La stella arancio – Hacelia attenuata

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
stella arancio hacelia attenuata

La stella marina Hacelia attenuata è comunemente conosciuta anche come stella arancio appartiene alla famiglia delle Ophidiasteridae.

La stella arancio vive su fondali rocciosi, spesso coralligeni, dai primi metri di acqua sino a circa 180 metri. Molto diffusa nel Mediterraneo meridionale essendo una specie particolarmente termofila, la si può ritrovare anche in Adriatico ma anche nel Mar Egeo. Pochi esemplari abitano anche la costa Sud della Francia e dell’est della Spagna. Ha braccia lunghe, coniche, tozze alla base, corpo centrale piccolo, di colore arancio da giovani e man mano tendenti al rosso acceso. E’ una stella di dimensioni importanti, può anche raggiungere i 30 centimetri di diametro. Ama nascondersi tra anfratti rocciosi lontana dalla luce del sole dove va alla ricerca di spugne di cui si nutre. Gli esemplari più piccoli di Hacelia attenuata sono di colore arancione o rosso-brunastro, quelli più grandi rosso scarlatto o anche gialle. La riproduzione va da Giugno e Settembre.

La H. attenuata è una stella marina appartenente alla famiglia Heliasteridae. Il suo nome scientifico deriva dal greco, dove “Hacelia” significa “stellina,” sottolineando la sua forma stellare, e “attenuata” si riferisce alla sua caratteristica morfologica di bracci sottili e allungati. Questa specie può presentare una varietà di colori, dalla tonalità più comune di arancione a sfumature più rare di rosso e viola.

Dal punto di vista anatomico, H. attenuata è dotata di un sistema idraulico che le permette di controllare il flusso dell’acqua attraverso il suo corpo e di muoversi agilmente. I suoi piccoli pedicelli ambulacrali sono caratterizzati da ventose alla loro estremità, che la stella marina utilizza per aderire alle superfici e catturare il cibo.

La stella arancio è solita abitare i fondali marini delle acque temperate e fredde, spesso a profondità variabili. Questa specie è onnivora, cibandosi di alghe, piccoli invertebrati marini e detriti organici. La sua presenza è cruciale per mantenere l’equilibrio ecologico negli ambienti marini, contribuendo al controllo delle popolazioni di invertebrati e alla promozione della biodiversità.

Uno degli aspetti più interessanti della sua ecologia è la capacità di rigenerare gli arti persi. In caso di predazione o autotomia, la H. attenuata può rigenerare arti completi, un adattamento sorprendente che contribuisce alla sua sopravvivenza nel duro ambiente marino.

La stella arancio svolge un ruolo cruciale negli ecosistemi marini. La sua alimentazione controllata aiuta a prevenire la proliferazione incontrollata di determinati organismi, influenzando indirettamente la struttura e la composizione delle comunità marine. Inoltre, la capacità di rigenerare gli arti contribuisce alla sua longevità e alla sua resistenza contro predatori e disturbi ambientali.

Nonostante la sua importanza, la H. attenuata è soggetta a diverse minacce, tra cui l’inquinamento marino, la perdita di habitat e i cambiamenti climatici. La conservazione di questa specie richiede un impegno globale per preservare gli ecosistemi marini, ridurre l’inquinamento e promuovere pratiche di pesca sostenibili.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Pinterest
Email
Tags :

Lascia un commento

Ultimi articoli
Le schede degli organismi marini