poriferi

poriferi
Marcello Guadagnino

La spugna da bagno – Spongia officinalis

L’ecosistema marino è una ricca varietà di creature e habitat unici che spesso sfuggono alla vista dell’occhio umano. Tra le meraviglie che popolano il fondale marino, spicca l’incredibile biotopo in cui prospera la Spongia officinalis, comunemente nota come spugna da bagno. Questo straordinario organismo marino si sviluppa su substrati duri, principalmente rocce, e occasionalmente sui rizomi di Posidonia. La sua presenza può essere riscontrata a partire da pochi metri di profondità, sotto gli strapiombi, fino a oltre 40 metri. Tuttavia, oltre i 40 metri diventa più rara, e non la si trova oltre gli 80 metri di profondità.

Leggi Tutto »
poriferi
Marcello Guadagnino

Aliclona – Haliclona mediterranea

Nelle oscure profondità del coralligene, prevalentemente sui soffitti delle sporgenze o nelle grotte, si trova Haliclona mediterranea, un’affascinante specie di spugna marina conosciuta con il nome di Spugna a canne d’organo. Questa creatura delicata è spesso avvistata a profondità comprese tra i 10 e i 50 metri, dando vita a un biotopo affascinante e poco esplorato. Descrizione dell’Ecosistema: Haliclona mediterranea assume la forma di tubi più o meno alti, che possono raggiungere altezze comprese tra gli 8 e i 30 centimetri. Questi tubi possono intrecciarsi o fondersi tra loro, con estremità più o meno aperte. La sommità di

Leggi Tutto »
poriferi
Marcello Guadagnino

La spugna dello spondilo – Crambe crambe

Nascosta tra le profondità marine, la spugna Crambe Crambe, nota anche come “spugna dello spondilo,” si rivela come un tesoro subacqueo dai colori accesi e dalla biologia affascinante. Questa spugna fotofila prospera a profondità comprese tra 1 e 60 metri, prediligendo substrati duri in ambienti leggermente illuminati, come i rizomi delle posidonie e le conchiglie di molluschi. Le colonie di Crambe Crambe formano sottili placche lisce che rivestono il substrato, con una colorazione che varia dal rosso all’arancione. Questa spugna, dalle dimensioni che possono raggiungere fino a 1 m², presenta una superficie grossolana perforata da grossi osculi, attraverso i

Leggi Tutto »
poriferi
Marcello Guadagnino

La spugna verongia – Aplysina aerophoba

La Aplysina aerophoba, conosciuta comunemente come spugna gialla o Verongia, presenta una distribuzione geografica interessante che spazia dalla regione mediterranea alle vicine acque atlantiche. Inizialmente considerata endemica del solo bacino del Mediterraneo, è stata successivamente identificata anche lungo le coste dell’Atlantico vicino, includendo le zone del Portogallo e della Spagna. Questa specie di spugna predilige acque poco agitate e esposte alla luce, come le zone rocciose o di prateria di posidonia, con una profondità che può raggiungere i 20 metri. La sua presenza è particolarmente abbondante intorno ai 10 metri di profondità in alcune aree del Mediterraneo. DESCRIZIONE

Leggi Tutto »

I poriferi, noti anche come spugne, rappresentano un affascinante gruppo di organismi acquatici appartenenti al regno animale. Caratterizzati da una struttura anatomica unica, le spugne non possiedono veri tessuti o organi differenziati, ma sono composte da cellule specializzate che formano uno scheletro poroso. Questa struttura consente alle spugne di filtrare attivamente le particelle presenti nell’acqua per nutrirsi. Nonostante la loro semplice organizzazione, le spugne svolgono un ruolo ecologico significativo, contribuendo al mantenimento dell’equilibrio negli ecosistemi marini. La loro straordinaria capacità di rigenerazione le rende inoltre oggetto di interesse scientifico, poiché possono ripararsi e adattarsi a variazioni ambientali. Le spugne, dunque, rappresentano un esempio affascinante di adattamento evolutivo e di importanza nella biodiversità degli ambienti acquatici.