A Bruxelles la UE propone di installare telecamere sui pescherecci per ridurre i rigetti. La proposta anche per la pesca sportiva.

Telecamere sui pescherecci per ridurre il rigetto in mare e obbligo di resoconti digitali sulle catture estesi a tutti i vascelli, anche per la piccola pesca, sistemi di tracciamento per tutte le navi e registrazione delle catture anche per la pesca sportiva. Sono alcune delle proposte per rafforzare l’applicazione dei controlli sulla pesca nell’Ue presentate oggi dalla Commissione europea. Le misure, che dovranno essere discusse con Europarlamento e Consiglio, comprendono anche la segnalazione della perdita di reti in mare e criteri armonizzati per l’applicazione delle sanzioni in tutti i Paesi membri dell’Ue. Oltre che migliorare i controlli già vigenti, il progetto della Commissione ha l’obiettivo di sostenere l’effettiva attuazione dell’obbligo di sbarco delle catture indesiderate, che entrerà pienamente in vigore a partire dal prossimo anno. (Ansa)

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui