pesca dell'ombrina


Uno dei pesci più interessanti del Mediterraneo, l’ombrina (umbrina cirrosa) viene ricercata e pescata su tutte le coste italiane. Parliamo della pesca dell’ombrina

La pesca dell’ombrina appartiene alla categoria delle “grandi catture” anche se sempre più spesso questi pesci vengono catturati sotto taglia. Purtroppo questo non permette a questi pesci di raggiungere più grandi dimensioni. Oramai la cattura dell’ombrina è cosa rara tanto da non essere considerata più specie bersaglio della pesca sportiva.

ombrine A pesca di ombrine. Il pesce del misteroIl periodo migliore per la pesca dell’ombrina boccad’oro è sicuramente il mese d’ottobre, quando questa specie si sofferma sottocosta, durante il periodo invernale invece si allontano verso acque più profonde ed è proprio lì che si possono incontrare gli esemplari più grandi.

Un pesce che può raggiunge i 12 Kg di peso ed un metro di lunghezza è un trofeo che appassiona molti pescatori.

L’ombrina condivide il territorio con spigole ed orate, spesso si possono incontrare vicino le foci dei fiumi dove le acque si mescolano creando un “terreno fertile” per questa specie. L’ombrina viene pescata principalmente a surfcasting con mare mosso, ma questo pesce può anche essere preda di palamiti e, solo occasionalmente, del bolentino.

Come già detto, La pesca dell’ombrina è una tecnica di pesca sempre meno praticata a causa della rarità di questo pesce che in molti tratti di costa italiani è completamente scomparsa. In zone dove ancora tale specie resiste, la pesca può essere praticata con canne da surfcasting da 150g. L’abboccata dell’ombrina è, a volte, impercettibile, motivo per cui se ci indirizza a questo tipo di pesca sarà indicata una canna da pesca molto sensibile.

pesca-allombrina-667x500 A pesca di ombrine. Il pesce del misteroLe esche per la pesca dell’ombrina

Le esche preferite per l’ombrina sono sicuramente l’arenicola, il coreano e l’americano, ma anche bibi e cannolicchio.

La pesca dell’ombrina a surfcasting e beach ledgering

In base alle condizioni del mare per la pesca dell’ombrina si possono usare canne da surfcasting o canne da beach ledgering. Utile sicuramente sarà l’utilizzo di una canna da pesca sensibile per cercare di percepire le toccate a volte evanescenti dell’ombrina. Come terminale ottimo il long arm con piombo scorrevole, lunghi sino 1.50 metri ed ami Aberdeen dal 2 all’ 1/0.

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui