10 curiosità che forse non conoscevate sulle tartarughe marine

Il Giornale dei MARINAI Biologia marina10 curiosità che forse non conoscevate sulle tartarughe marine
3.5
(13)

Le tartarughe marine sono dei rettili adattati alla vita in mare. Fornite di un guscio robusto detto carapace e di zampe trasformate in pinne, le tartarughe di mare sono i rettili più antichi ancora in vita.

Le tartarughe sono sul nostro pianeta da 225 milioni di anni, la loro forma è rimasta pressoché simili ai loro antenati ancestrali e ciò significa che erano già ben evolute.

Dove vivono le tartarughe marine

Praticamente in tutto il pianeta dove il clima é temperato. Alcune delle specie sono presenti in Mediterraneo come ad esempio al caretta caretta o la tartaruga liuto.

Sono animali solitari, si riuniscono per la riproduzione. Ogni due o tre anni le tartarughe marine escono dall’acqua per deporre le uova in spiagge sabbiose. La deposizione delle uova avviene nello stesso tratto di spiaggia e nello stesso periodo dell’anno della deposizione recedente. Una volta raggiunta la spiaggia, durante le ore notturne, la tartaruga scava una buca profonda dove deporrà le uova (da 50 a 200). La schiusa avviene dopo circa 2 mesi ; secondo uno studio la temperatura della sabbia é in grado di dettare il sesso ai nascituri.

Dopo la schiusa le piccole tartarughe andranno subito verso il mare, dove ad attenderle ci saranno centinai di predatori come uccelli e pesci. Le indifese tartarughine saranno cosi predate, pensate che solamente una tartaruga marina su 1000 riesce a superare la fase giovanile, la più delicata per la specie.

Oggi le tartarughe sono a rischio estinzione a causa delle attività antropiche che ne hanno ridotto gli spazi per la deposizione, l’utilizzo eccessivo di plastica come ad esempio i sacchetti che una volta gettati in mare vengono ingoiati dalle tartarughe che li scambiano per meduse. Oggi le tartarughe marine sono incluse nella lista rossa delle specie minacciate della IUCN.

Le specie di tartaruga marina

Le tartarughe si dividono in due famiglie, i chelonidi e i dermochelidi. Alla prima famiglia fanno parte la tartaruga caretta (Caretta caretta), la tartaruga verde  (Chelonia mydas), la tartaruga embricata (Eretmochelys imbricata), La tartaruga di Kemp (Lepidochelys kempii), la tartaruga bastarda (Lepidochelys olivacea) e la tartaruga a dorso piatto (Natator depressus). Una sola specie invece fa parte della famiglia dei dermochelidi ed é la tartaruga liuto (Dermochelys coriacea)

Le tartarughe di mare sono per lo più erbivore e mangiano soprattutto alghe e alcuni tipi di corallo. Si nutrono anche di meduse, essendo immuni alla loro puntura, grazie alla robusta pelle di cui sono dotate.
Le tartarughe di mare sono per lo più erbivore e mangiano soprattutto alghe e alcuni tipi di corallo. Si nutrono anche di meduse, essendo immuni alla loro puntura, grazie alla robusta pelle di cui sono dotate.
La temperatura della sabbia determina il sesso delle tartarughe
La temperatura della sabbia determina il sesso delle tartarughe
I biologi ancora non sono riusciti a capire dove i piccoli di tartaruga vivano i primi anni di vita. Questo lasso di tempo è chiamato periodo buio.
I biologi ancora non sono riusciti a capire dove i piccoli di tartaruga vivano i primi anni di vita. Questo lasso di tempo è chiamato periodo buio.
Si stima che una tartaruga marina possa vivere sino a 100 anni.
Si stima che una tartaruga marina possa vivere sino a 100 anni.
Una delle singolarità delle tartarughe marine è il fatto che queste, diversamente da quelle terrestri, non possono ritirarsi all’interno della corazza,
Una delle singolarità delle tartarughe marine è il fatto che queste, diversamente da quelle terrestri, non possono ritirarsi all’interno della corazza
Le tartarughe marine Hanno infatti un'eccezionale capacità di ritrovare la spiaggia di origine, dopo migrazioni in cui percorrono anche migliaia di chilometri.
Le tartarughe marine Hanno infatti un’eccezionale capacità di ritrovare la spiaggia di origine, dopo migrazioni in cui percorrono anche migliaia di chilometri.
Ogni anno 16 giugno si celebra il Tarta Day, la giornata nazionale dedicata alla tartaruga marina Caretta caretta.
Ogni anno 16 giugno si celebra il Tarta Day, la giornata nazionale dedicata alla tartaruga marina Caretta caretta.
Le tartarughe di mare possono nuotare a velocità di quasi 25 chilometri orari
Le tartarughe di mare possono nuotare a velocità di quasi 25 chilometri orari
Il momento più pericoloso nella vita di una tartaruga è quando deve percorrere la distanza tra il nido e il mare. Una moltitudine di predatori, compresi i granchi e stormi di gabbiani, cacciano voracemente i piccoli.
Il momento più pericoloso nella vita di una tartaruga è quando deve percorrere la distanza tra il nido e il mare. Una moltitudine di predatori, compresi i granchi e stormi di gabbiani, cacciano voracemente i piccoli.
La tartaruga liuto è la tartaruga piu' grande al mondo. Può pesare oltre 5 quintali
La tartaruga liuto è la tartaruga piu’ grande al mondo. Può pesare oltre 5 quintali

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 3.5 / 5. Conteggio voti: 13

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal