La mazzancolla – Penaeus kerathuru

Il Giornale dei MARINAI NewsLa mazzancolla – Penaeus kerathuru
0
(0)

Conosciuta con il nome volgare di mazzancolla mediterranea o gambero imperiale, la specie Penaeus kerathurus appartiene alla famiglia dei Paenidae.

In ogni regione italiana sembra abbia un nome diverso : gambero mazzincognu in Calabria, Mazzacuogno o gammero ‘è funnale in Campania, anocra sparnocchia in Liguria o Ganzo nel Veneto.

  • Gambero grande fino a 20 cm
  • Bordo del ventaglio caudale celeste
  • Corpo beige con bande trasversali scure, che formano macchie separate sui lati del corpo
  • Rostro corto leggermente sporgente dagli occhi
  • Tre le prime paia di zampe piccole tenaglie

Sebbene molto simile a diverse specie tropicali la P. kerathurus è endemica del Mediterraneo ove è estremamente apprezzata in cucina.

Con colori tenui tendenti al rosa/arancio e bande marroni rossastre che si alternano sul carapace, la mazzancolla vive su fondali sabbiosi dai 10 ai 50m di profondità. Eccezionalmente la specie è stata registrata a profondità variabili tra 100 e 640 m nel Canale di Sicilia.

Un gambero che vive infossato durante le ore del giorno da cui esce dopo il tramonto per nutrirsi.  Questo gambero è di taglia grande : la lunghezza totale, dalla punta del rostro alla punta del telson  è al massimo, nei maschi, di 18 cm (solitamente da 11 a 14 cm) e nelle femmine di 22,5 cm (solitamente da 13 a 17 cm).

Mazzancolla
1500

Alimentazione

La mazzancolla mediterranea è un predatore attivo con bassa selettività per le sue prede. Ha una dieta diversificata e consuma principalmente molluschi, crostacei e policheti.

Il sesso

Alcuni studi suggeriscono che questa specie cambi sesso durante la sua vita. Sarebbe quindi un’ermafrodita protendrica  (prima maschio il primo anno di vita e poi femmina), ma questo non è realmente provato. Un’alta percentuale di femmine matura da maggio a luglio nel Mar Egeo.  La deposizione delle uova nel Mediterraneo avviene a seconda della temperatura locale tra maggio e novembre; si effettua di notte in acque libere. Il numero di uova deposte varia tra 100.000 e 800.000 a seconda della taglia delle femmine.

Le larve passano attraverso gli stadi nauplio, zoe e mysis prima di trasformarsi in giovani. Le larve sono planctoniche e restano vicine alla costa fino a raggiungere il primo stadio post-larvale; poi abbandonano la loro vita planctonica e diventano bentonici, vivendo nella zona litoranea.

Possono vivere dai 2 a 3 anni.

Negli adulti il sesso è facilmente distinguibile per la presenza del petasma nei maschi e del thelycum nelle femmine, entrambi posti ventralmente tra carapace ed addome.

Biologia

La mazzancolla compie spostamenti (piccole migrazioni) legati alla riproduzione. I giovani si spostano verso acque relativamente calde e con bassa salinità ricche di plancton dove possono crescere rapidamente. Quindi, lasciano le lagune costiere per andare in mare dove terminano la loro crescita e si riproducono.

Dal punto di vista comportamentale, questa specie presenta due fasi di attività molto distinte. Di giorno gli animali sono immobili, sepolti nel sedimento e in uno stato metabolico basso (“dormono”). Di notte, gli animali sono attivi.

La mazzancolla in cucina

Carni pregiate e molto delicate. Abbastanza difficile da trovare nella grande distribuzione in quanto rimpiazzata dalla mazzancolla tropicale. La mazzancolla mediterranea contiene il 15% di proteine, pochi grassi e basso apporto energetico come anche i tenori di grassi e glucidi. Ricca invece di fosforo, calcio e ferro.

L’allevamento della Mazzancolla è stata in qualche modo sviluppata negli anni ’80; la produzione complessiva di Penaeus kerathurus ha raggiunto 7.700 tonnellate nel 2000 e 6.655 tonnellate nel 2005.

Nel Mediterraneo, le popolazioni di P. kerathurus sono in declino a causa dell’invasione di specie di peneidi originarie del Mar Rosso come Marsupenaeus japonicus e Metapenaeus monoceros in Tunisia. La mazzancolla è quasi scomparso lungo tutta la costa orientale del Mediterraneo, nel sud della Turchia e fino al Mar Egeo. La gestione e la protezione di questa specie è piuttosto difficile di fronte a questo tipo di minaccia.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal