sottomarino san juan


Il sottomarino argentino è stato ritrovato alla profondità di 800 metri di profondità in Patagonia

Due giorni prima della scomparsa, il 15 novembre 2017, il comandante del Sottomarino San Juan aveva comunicato a terra di un guasto a bordo. Dopo 2 settimane di ricerche il Ministero della difesa argentina aveva dichiarato la morte di 44 marinai a bordo del San Juan.

Un anno e due giorni dopo, ad una profondità di 800 metri, la nave americana Ocean Infinity ha individuato grazie ad u Rov il sottomarino al largo della penisola di Valdès in Patagonia.

sottomarino san juan ritrovatoUn’esplosione a bordo

La Marina Argentina annuncia su twitter : «Il Ministero della Difesa e la Marina argentina informano che l’ispezione del punto numero 24 da parte della nave Ocean Infinity, effettuata da un sottomarino a 800 metri di profondità, ha permesso la localizzazione dell’Ara San Juan».


Secondo la Marina argentina, nei giorni della scomparsa del sottomarino fu stato rilevato un segnale sonoro compatibile con un esplosione.C’è stato un evento anomalo, violento, non nucleare, compatibile con una esplosione», comunicava la marina argentina lo scorso anno.  Esiste infatti una rete di stazioni di ascolto sismico e idro-acustico che sorveglia in caso di esplosioni nucleari. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui