Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire

Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal di mare è una risposta fisiologica che il nostro corpo induce se al nostro cervello arrivano segnali conflittuali, come ad esempio l’essere fermi in barca quando invece il mezzo è in movimento. Il mal di mare è dunque un segnale d’allarme che avverte tutto il corpo bloccando alcune funzioni tra cui la digestione.

Come capire se si ha il mal di mare

I sintomi del mal di mare sono chiari e ben definiti. Un senso di malessere generale accompagnato da nausea, sudorazione e voglia di vomitare. Questa sensazione può sopraggiungere rapidamente o pian piano sino ad arrivare a conati di vomito e senso di svenimento.

Il disturbo termina se riusciamo ad inviare la giusta informazione al nostro cervello ovvero sincronizzare ciò che vediamo rispetto a dove ci troviamo. Ad esempio fissare un punto fisso all’orizzonte permette di far cessare il disturbo perché in pratica si cambia il sistema di riferimento.

Come in macchina la lettura di un libro o anche del cellulare può scatenare una crisi di mal di mare.

Per calmare il mal di mare esistono in commercio diversi farmaci. In molti invece si aiutano con stimolanti come the e caffe o con calmanti come la camomilla.

Prevenire il mal di mare

In molti, in previsione di una gita in barca o di un viaggio in nave, si procurano i classici “braccialetti anti mal di mare” . Sono anche chiamati seaband e si mettono al polso. Grazie ad un bottone rigido che fa pressione in una zona sotto il polso, permetterebbe di prevenire la nausea. Il braccialetto per il mal di mare sfrutta la medicina cinese, ma in realtà l’efficacia dei braccialetti non è mai stata provata scientificamente.

Rimedi della nonna per il mal di mare

Prima di imbarcarvi pensate a qualche accortezza che potrebbe aiutarvi. Ad esempio fate pasti leggeri ed evitate di nagivare a stomaco pieno. Mangiate semi di sesamo o dello zenzero che sono degli anti-nausea naturali. Succhiate caramelle alla menta.

mal di mare
  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Nautica e barche
  • Commenti dell'articolo:1 commento
  • Tempo di lettura:3 minuti di lettura
  • Ultima modifica dell'articolo:20 Luglio 2021

Marcello Guadagnino

Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Questo articolo ha un commento

  1. Claudio

    I tè caldo prima di andare a dormire mi lascia perplesso. Per dormire bene la teina non è generalmente consigliata.