La stenella – Stenella coeruleoalba

Molto simile al delfino Tursiops truncatus, la stenella si differenzia da quest’ultimo per le dimensioni minori. La stenella infatti non supera mai i 2.5m di lunghezza ed i 160Kg di peso. Ghiotta di pesci, molluschi e crostacei, la stenella può immergersi fino a 200 m di profondità alla ricerca del cibo preferito, restando in apnea per circa dieci minuti.

Testa: Becco lungo ben separato dal melone. Da 35 a 50 paia di denti affusolati e affilati su ciascuno mandibola.

Corpo: Fine e slanciato, fusiforme. Colorazione complessa: superficie dorsale scura, grigio scuro, uniforme nero, più o meno bluastro, superficie ventrale e fianchi bianchi.

Caratteristica: Presenta una colorazione bianca sul ventre, grigia sui fianchi e blu sul dorso. I fianchi sono attraversati da striature longitudinali che partono dall’orecchio e raggiungono l’ano. Altre striature partono dall’occhio e raggiungono le pinne pettorali. Un’ulteriore striscia, variabile per forma e dimensioni, simile a una fiamma e di colore bianco, si estende dai fianchi fino alla base della pinna dorsale.

Pinna dorsale: alta e ricurva, situata al centro del dorso, di colore scuro, come la superficie dorsale.

Pinne pettorali: estremità corte, a forma di falce, appuntite. Più scuro sopra che sotto. Pinna caudale: Molto concava, con intaglio mediano ben marcato

Stenella
  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Mammiferi marini
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti
  • Tempo di lettura:2 minuti di lettura
  • Ultima modifica dell'articolo:16 Luglio 2021

Marcello Guadagnino

Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento