Come cucinare lo stoccafisso in umido

Il Giornale dei MARINAI Ricette di mare e di pesceCome cucinare lo stoccafisso in umido
4.1
(8)

Lo stoccafisso in umido è una ricetta semplice e saporita ideale da preparare in famiglia o con gli amici.

 Lo stoccafisso è un pesce ricco di proteine e sali minerali tra cui potassio, sodio, calcio e fosforo. Un pesce povero di grassi che proviene direttamente dai mari freddi del Nord. Lo stoccafisso non è nient’altro che filetti di merluzzo della specie Gadus morhua essiccato. Sono il vento ed il sole a permettere al pesce di perdere i liquidi e rimanere integro per conservarsi per lungo tempo.
stoccafisso
Uno dei paesi produttori di stoccafisso è la Norvegia. Da tantissimi secoli i pescatori norvegesi pescano il merluzzo atlantico e lo conservano con tecniche che si sono sempre piu’ affinate nel tempo. La Norvegia esporta il suo prodotto da centinaia di anni in tutto il mondo ed in particolare in Italia. Lo stoccafisso è divenuto cosi un piatto della cucina italiana anche se il prodotto primo non è proprio nostrano. La ricetta dello stoccafisso in umido è semplice e gustosa e mescola i sapori del mare del nord con quelli tutti mediterranei di aglio, pomodoro e olive. Per questa ricetta abbiamo utilizzato lo stoccafisso ragno di Tagliapietra, uno dei maggiori importatori di stoccafisso d’Italia.  Questo stocco è di una qualità superiore e viene importato direttamente dalle Isole Lofoten in Norvegia, patria di questo prodotto di eccellenza a base di merluzzo. Pertanto se volete che la vostra ricetta riesca alla perfezione consiglio di utilizzare un prodotto di alta qualità.

La ricetta dello stoccafisso in umido per 6 persone

1 Kg di stoccafisso, 600 grammi di pomodori pelati, 1 spicchio d’ aglio, olive nere, sale, pepe e prezzemolo ed olio d’oliva.

La preparazione

Per prima cosa bisogna far rivenire lo stoccafisso per almeno una settimana immerso in acqua in frigorifero ad una temperatura di 3/4 gradi. Cambiate l’acqua ogni giorno per evitare formazioni di muffe e batteri. Una volta terminata la procedura provvedere a togliere la pelle del pesce ed eliminare le spine.

Sui fornelli

Mette una pentola con olio extravergine d’oliva e lo spicchio d’aglio a soffriggere. Lasciate indorare leggermente l’aglio e aggiungete il pomodoro pelato schiacciato con una forchetta. Dopo aver fatto cuocere per circa 10 minuti aggiungete lo stoccafisso girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Salate e pepate. Dopo circa 10 minuti aggiungete le olive nere e fate cuocere il tutto ancora per 20 muniti a fuoco lento. Terminate con una spolverata di prezzemolo. Servite con bruschette di pane condite con olio d’oliva, sale e pepe.

Baccalà e stoccafisso ecco la differenza

Il baccalà è il merluzzo atlantico conservato sotto sale. Lo stoccafisso invece è lo stesso pesce che viene conservato disidratato, fatto essiccare al vento e al sole. Ecco una spiegazione piu’ dettagliata sulla differenza tra stoccafisso e baccalà.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 4.1 / 5. Conteggio voti: 8

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal