Palamita, alletterato, tonno e tombarello. Ecco le differenze

Il Giornale dei MARINAI Pesca e alimentazionePalamita, alletterato, tonno e tombarello. Ecco le differenze
4.1
(28)

Vediamo quali sono le differenze tra il tonno alletterato, il tombarello e la palamita, tre pesci azzurri spesso poco conosciuti ma con delle importanti qualità nutrizionali.

La Palamita (Sarda sarda)

palamita

La palamita (Sarda sarda) è una specie  presente nelle zone tropicali e temperate. Effettua migrazioni stagionali, si avvicina alla costa durante il periodo fino a volte ad entrare in acque salmastre.

La palamita e’ forse il piu’ semplice da riconoscere tra i pesci pelagici descritti. Come il tonno alletterato ed il tombarello appartiene alla famiglia degli scombridae. E’ un pesce con corpo fusiforme ed il capo a punta. La palamita si riconosce facilmente perchè oltre ad avere le pinne pettorali molto piccole ha la bocca armata di piccoli denti conici difficili da non notare. La palamita presenta un colore azzurro metallico ed argenteo sui fianchi. Sul dorso poi, la palamita ha delle bande nere (da 7 a 10). Un pesce che riesce a raggiungere i 10 Kg di peso. E’ un pesce gregario e si nutre di acciughe, sardine ed aguglie. I valori nutrizionali della palamita sono sicuramente interessantissimi dal punta di vista salutare oltre ad essere un pesce apprezzato per la bontà delle sue carni. La palamita è un predatore diurno, si nutre principalmente di piccoli pesci pelagici (acciughe, sarde, ecc.), ma anche di piccoli invertebrati pelagici come gamberi e cefalopodi. La sua mascella grande e potente gli consente di catturare grandi prede. È preferenzialmente ittiofago . Sono stati segnalati casi di cannibalismo intraspecifico tra le palamite.

Valori nutrizionali della palamita

  • Calorie 177 Kcal per 100 g
  • Proteine 23 g per 100 g
  • Grassi 9,4 g per 100 grammi
  • Fosforo 260 Mg per 100 g

Il tombarello o Biso  (Auxis thazard thazard)

Tombarello

Il tombarello, conosciuto in buona parte dell’italia anche con il nome di Biso e’ anch’esso un pesce appartenente alla famiglia degli scombridae.

Il tombarello differisce dalla palamita ma e’ molto simile all’alletterato. Il colore dell tombarello e’ blu scuro sul dorso ed argenteo sui fianchi. Pinna anale bianca e le altre pinne grigie. Sono presenti delle scaglie nella zona toracica e sulla linea laterale. Le proprietà nutritive del tombarello sono molto simili a quelle del tonno rosso anche se il secondo considerato piu’ pregiato. Un pesce che si consuma fresco, in umido oppure alla griglia.

Valori nutrizionali del Tombarello

  • Calorie 177 Kcal per 100 g
  • Proteine 24,2 g per 100 g
  • Grassi 6,29 g per 100 grammi

Il tonnetto alletterato (Euthynnus alletteratus)

Il tonnetto alletterato (Euthynnus alletteratus)

Per non confondersi i caratteri di riferimento sono i disegni neri che porta sul dorso, che sembrano delle scritture fatte da lettere e simboli (da qui il nome alletterato).

Difficile confonderlo con la palamita ma piu’ facile fare confusione con il tombarello. Il tonnetto alletterato appartiene sempre alla famiglia scombridae. Presenta un occhio piccolo e risulta meno slanciato dei tre pesci. In piu’ sul ventre dell’alletterato sono presenti delle macchie scure circolari (da 4 ad 8). Sul dorso e’ blu mentre il ventre e’ bianco. Si nutre di piccoli cefalopodi e puo’ raggiungere i 15 Kg di peso.

Valori nutrizionali del tonnetto alletterato

  • Calorie 106 Kcal per 100 g
  • Proteine 23,97 g per 100 g
  • Grassi 6,29 g per 100 grammi

Il tonnetto rosso

piccolo tonno rosso

Il tonnetto rosso, ovvero il piccolo di tonno rosso si riconosce piu’ facilmente per le striature blu che ha sul dorso subito appena pescato.

Il tonnetto rosso in piu’ ha pinne dorsali contigue e una bocca molto grande. Forse tra tutti è quello più importante da conoscere dato che questo pesce può arrivare a pesare sino a 250/300 Kg, motivo per cui un piccolo di tonno rosso deve essere subito rilasciato in mare dopo averlo pescato. In più la specie è ad alto rischio e si rischiano delle multe salatissime se la capitaneria trova a bordo un tonnetto sotto taglia nella vostra barca.

Tombarelli, palamite ed alletterati: quale pesce preferire ?

Tutti e tre i pesci sono ottimi e con qualità nutrizionali importanti. In generale la palamita risulta essere la piu’ apprezzata rispetto al tonnetto alletterato ed al tombarello (soprattutto nel Sud Italia) ma non vi sono grandi differenze a livello di composizione tra i tre pesci. Preferite comunque il pesce fresco o soprattutto quello tracciabile, spesso gli scombridi “possono percorre migliaia di Km in aereo” prima di arrivare sulle nostre tavole.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 4.1 / 5. Conteggio voti: 28

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

1 thought on “Palamita, alletterato, tonno e tombarello. Ecco le differenze”

  1. Sal ha detto:

    È fondamentale per i pescatori sportivi saper riconoscere il tonno rosso giovanile (protetto) dagli altri tunnidi e sgombridi.
    Ho visto pochi pescatori rilasciare immediatamente questo preziosissimo pesce.
    Grazie per le foto che hai pubblicato qui, Sono sicuro che stanno tornando utili a molti pescatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal