squalo 2 teste


Uno squalo con due teste è stato pescato in Florida. A catturarlo è stato un pescatore professionale.

Di recente un pescatore ha catturato uno squalo toro al largo delle Florida Keys, al momento di sventrarlo si è imbattuto in una sorpresa: Uno dei feti (ancora vivi) dello squalo aveva due teste.

Il pescatore ha conservato l’esemplare e lo ha presentato ad un equipe di scienziati  che ha pubblicato la notizia sul Journal of Biology. “E ‘uno dei pochissimi esempi di uno squalo con due teste  ci sono circa sei casi documentati ad oggi ma è  la prima volta per uno squalo toro“, ha detto lo scienziato Michael Wagner della Michigan State University.

Tecnicamente chiamata “biforcazione assiale,” la deformità è il risultato di un embrione che si è cominciato a dividere in due organismi separati, o gemelli, ma facendolo in modo incompleto, E ‘una mutazione molto rara che si verifica in diversi animali, compresi gli esseri umani.

Probabilmente lo squalo a due teste non avrebbe vissuto a lungo in natura, ha detto Wagner. “Quando sei un predatore che ha bisogno di muoversi velocemente per catturare le prede devi essere veloce e sarebbe stato impossibile per l’esemplare in questione, vista una forte deformazione.
Ci sono serpenti e  tartarughe marine  a due teste, che vengono commerciati anche illegalmente solo a scopo di collezione. E sono tantissimi i cercatori di esemplari malformati.

Pochi esempi di squali a due teste si trovano nei musei, si è cominciato a raccoglierli e a catalogarli  alla fine del 1800, quando gli animali deformi e altre curiosità macabre avevano prezzi molto elevati.

 

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui