La Mormora – Lithognathus mormyrus

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
striped,seabream,(lithognathus,mormyrus),taken,during,a,night,dive,at

La mormora o Lithognathus mormyrus, pesce tipico di ambienti costieri sabbiosi e’ un pesce di grande interesse sia in cucina che come preda della pesca sportiva.

Una delle caratteristiche più sorprendenti della Mormora è la sua ecologia comportamentale. Questo pesce dimostra una complessa struttura sociale, con gerarchie ben definite all’interno dei gruppi che popolano le aree rocciose e le praterie di posidonia. Gli studi hanno dimostrato che le Mormore utilizzano segnali visivi, acustici e chimici per comunicare tra loro, coordinando i comportamenti di difesa territoriale e la ricerca del cibo in modo efficiente e cooperativo.

Inoltre, la Mormora è coinvolta in dinamiche ecologiche cruciali, come la manutenzione della salute delle praterie di posidonia. Queste piante marine svolgono un ruolo fondamentale nell’assorbire il biossido di carbonio dall’atmosfera e nel fornire rifugio e nutrimento a numerose specie marine. La presenza e l’attività della Mormora nelle praterie di posidonia contribuiscono alla loro salute e alla loro stabilità, creando un ambiente favorevole per una vasta gamma di organismi marini.

La mormora e’ diffusa nell’Oceano Atlantico Orientale, in Mediterraneo, in Mar Nero e nel mare di Azov. Meno comune invece in Oceano Indiano e in Mar Rosso.

La mormora abita fondali sabbiosi prossimi alla costa, gli adulti possono vivere a profondità elevate (150 metri) invece i giovani vivono nei primi 20 metri d’acqua. Questo pesce ama pascolare tra le praterie di posidonia alla ricerca di piccoli invertebrati di cui si ciba. E’ una specie eurialina è a volte la si puo’ritrovare all’interno di stagni costieri o lagune.

Come altri altri sparidi, la mormora ha un corpo alto e compresso sui lati. Il muso appuntito e profilo frontale diritto.  I denti, disposti in più file, sono conici e di piccole dimensioni nella parte anteriore delle mascelle e molariformi nella parte posteriore. Il colore e’ caretteristico: argenteo con tonalità metalliche dorate con da 10 a 13 sottili fasce verticali sui fianchi. Spesso le fasce sono alternate: una lunga e scura e una più breve e meno definita. Puo’ raggiungere i 55 cm di lunghezza. La mormora puo’ vivere sino a 12 anni di età.

La riproduzione della mormora

Come la maggior parte degli sparidi questo pesce si riproduce in primavera. E un pesce ermafrodita proterandrico come l’orata (nasce cioè maschio per poi subire l’Inversione sessuale e divenire quindi femmina), anche se un certo numero di individui nasce di sesso femminile e tale rimane per tutta la vita (femmine primarie).

Una curiosità poco nota riguarda il suo sistema di comunicazione. Mentre molti pesci utilizzano principalmente segnali visivi o acustici per comunicare tra loro, la Mormora ha sviluppato una forma di comunicazione chimica molto sofisticata. Studi recenti hanno dimostrato che la Mormora è in grado di rilasciare sostanze chimiche nel suo ambiente che possono influenzare il comportamento degli altri pesci intorno a lei. Questo tipo di comunicazione chimica è unico nel suo genere tra i pesci e dimostra la complessità del mondo sensoriale di questo animale marino.

Inoltre, la Mormora ha un ruolo ecologico importante che va oltre il semplice cibo per gli umani. È un predatore efficace di una vasta gamma di invertebrati marini, inclusi molluschi e crostacei, aiutando a mantenere sotto controllo le popolazioni di queste specie e a preservare l’equilibrio degli ecosistemi costieri. Inoltre, la sua presenza può avere effetti positivi sulle comunità di piante marine come la posidonia, contribuendo alla loro salute e al loro sviluppo.

Un altro aspetto interessante riguarda la sua longevità. Mentre molte specie di pesci hanno una vita relativamente breve, la Mormora può vivere fino a oltre 20 anni in condizioni ideali. Questo significa che alcuni esemplari potrebbero attraversare una serie di esperienze e cambiamenti nell’ambiente marino nel corso della loro vita, diventando veri veterani del mare.

La Mormora è stata oggetto di interesse anche in campo culturale e mitologico. In alcune culture mediterranee, è considerata un simbolo di forza e saggezza, mentre in altre è associata a leggende e racconti marini. Questo pesce ha ispirato artisti, poeti e scrittori nel corso dei secoli, diventando un’icona della vita marina e della bellezza degli oceani.

La pesca della mormora

La mormora viene catturata prevalentemente con le reti da posta. Quando il pesce si sposta durante la notte per raggiungere la costa la rete tramaglio posta parallelamente al litorale frena il cammino del pesce catturandolo.

La pesca sportiva

La mormora e’ anche preda della pesca sportiva. Una delle tecniche per pescare la mormora è il surfcasting. Questa tecnica che permette di lanciare terminali a grandi distanze dalla spiaggia e’ il metodo migliore soprattutto utilizzando come esca l’arenicola, verme marino di cui la mormora è ghiotta.

Dal punto di vista culinario, la Mormora è apprezzata per il suo sapore delicato e la sua consistenza morbida. La sua carne bianca e soda si presta a una vasta gamma di preparazioni, dalle grigliate ai bocconcini fritti, dai carpacci alle zuppe di pesce. È un pesce molto versatile in cucina, in grado di arricchire qualsiasi piatto con il suo gusto ricco e delicato.

Per quanto riguarda i valori nutrizionali, la Mormora è una fonte eccellente di proteine di alta qualità, oltre a fornire importanti nutrienti come vitamine del gruppo B, vitamina D e minerali come il selenio e lo iodio. La sua carne è relativamente magra e ha un basso contenuto di grassi saturi, rendendola una scelta salutare per chiunque voglia mantenere una dieta equilibrata e nutriente.

La mormora al mercato

Le mormore hanno prezzi diversi a seconda della provenienza e della pezzatura. Quelle del Mediterraneo sono considerate più pregiate rispetto a tutte le altre e le pezzature sui 600 g sono le più ricercate. I prezzi – variabili a seconda del tempo, della disponibilità del prodotto e della richiesta del mercato –  oscillano tra i 10 e i 20 euro (a seconda della provenienza e della pezzatura) al chilo.

Proprietà nutrizionali della Mormora

100 grammi apportano 97 Calorie di cui

  • 75% proteine
  • 18% lipidi
  • 7% carboidrati

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 2 Media: 5]
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Pinterest
Email
Tags :

Lascia un commento

Ultimi articoli
Le schede degli organismi marini