Balena spiaggiata sul Tamigi

Come sia possibile che una balenottera minore abbia risalito il Tamigi per poi morire spiaggiata sotto al ponte BetterSea di Londra ?

Il fatto risale alla giornata del 29 novembre quando l’equipaggio di un ‘imbarcazione dell’autorità portuale ha notato un piccolo di balenottera minore (Balaenoptera acutorostrata) di circa 4 metri spiaggiato. La balenottera era comunque stata avvistata qualche giorno prima ancora in vita che cercava di risalire il grande fiume Londinese. La balena prima di trovare la morte ha percorso più di 35 miglia (circa 56 Km) tra le basse acque del fiume.

Fatto ancora più strano, che si tratta del terzo caso di cetaceo spiaggiato sulle sponde del Tamigi nel giro di poche settimane. Infatti nel mese di ottobre sulle sponde del Tamigi hanno trovato la morte una megattera ed una balenottera boreale.

A giorni è prevista l’autopsia del cetaceo da parte della Zoological Society of London per scoprire le cause della morte.

 

Voir cette publication sur Instagram

 

Juvenile #humpback I think? Any marine biologist friends got ideas how it ended up this far up the river #Thames? Edit: probably more likely a minke whale

Une publication partagée par gareth mottram (@drgarethmottram) le




Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *