Il pesce luna – Mola mola

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
mola,mola,,the,mystic,sun,fish,in,deep,water.,nusa

Imponente pelagico, è possibile osservare il pesce luna vicino alle coste sott’acqua, nuotando lentamente in posizione verticale, con la pinna dorsale che emerge vicino alla superficie (come una pinna di squalo), o sdraiato su un fianco affiorante lasciandosi trasportare dalle correnti. È generalmente accettato che durante questo periodo ricarichi le sue riserve termiche “crogiolandosi al sole”, motivo per cui viene chiamato “sunfish” nei paesi anglosassoni. Può immergersi fino a oltre 400 metri di profondità (registrato a 480 metri nel 2005).

Il pesce luna è il più grande rappresentante dei pesci ossei, anche se il suo scheletro è incompletamente calcificato, può raggiungere i 3 metri di lunghezza per alcune tonnellate di peso. Di solito è più piccolo (55-100 cm), ma è la sua silhouette particolare a renderlo un pesce singolare.

Questo pesce, con corpo quasi circolare compresso lateralmente, forma un disco ovale caratteristico. Le due pinne dorsale e anale, triangolari, arretrate e opposte (posizionate di fronte al disco corporeo), sono come remi verticali sincronizzati. Si contano da quindici a diciotto raggi molli dorsali e da quattordici a diciassette raggi molli per la pinna anale. Il corpo è più allungato nei giovani adulti, dove la lunghezza è circa 1,5 volte l’altezza; diventa quasi circolare solo negli individui più anziani.

hoodwinker,sunfish,in,a,blue,water,(nusa,lembongan,,bali,,indonesia)

A tutte le età, l’altezza, comprese le pinne dorsale e anale, è superiore alla lunghezza di questo pesce luna.

Nel Mola mola si nota l’assenza di cellule di Mauthner (a livello del VII nervo cranico), il cui ruolo è importante nella locomozione. La sua regione caudale ridotta gli conferisce un nuoto lento, anche se è in grado di partire improvvisamente grazie a una grande ampiezza di curvatura corporea. Le pinne pettorali sono piccole, tonde e poco visibili sott’acqua, e quelle pelviche sono assenti, il che gli vale talvolta la qualifica di apode. Le branchie, piccole e a pori, sono situate davanti alla base delle pinne pettorali.

Il Mola mola appartiene all’ordine dei tetraodontiformi poiché i suoi denti e le mascelle sono fuse in un becco formato da due lame dentali. Più indietro nella gola ha archi di denti graffianti su più file. La sua bocca è di piccole dimensioni e poco fenduta.

Per quanto riguarda i tegumenti, i Molidi non sembrano avere scaglie (in realtà esistono, ma sono molto piccole e non sovrapposte). Il derma è spesso, ruvido, punteggiato da piccoli tubercoli e ricoperto da un abbondante muco. La sua colorazione va dai toni grigi-azzurri al grigio-bianco o marrone chiaro più o meno marmorizzato, con pinne più scure e ventre più chiaro. A volte presenta delle macchie chiare.

Non ha una vescica natatoria nonostante gli spostamenti in profondità significativi.

SPECIE SIMILI Si conoscono solo tre (quattro con il rarissimo Mola alexandrini (Ranzani, 1839)) specie di molidi nel mondo, di cui due presenti nel Mediterraneo (Mola mola e Ranzania laevis):

  • Ranzania laevis: molto più piccolo (taglia 80 cm), corpo più allungato (due volte più lungo che alto), coda gialla, pelle abbastanza liscia e linee argentate sulla testa. Specie spesso gregaria presente nel Mediterraneo e nell’Atlantico tropicale fino alle isole Britanniche.
  • Masturus lanceolatus: simile al pesce luna comune, questo parente stretto con macchie argentate si differenzia per una punta al centro della coda tronca e la sua distribuzione è limitata all’Atlantico tropicale fino alle Azzorre e Madeira.
  • Mola alexandrini (precedentemente M. ramsayi): simile al pesce luna comune (massimo 3 m), distribuzione incerta, probabilmente presente nelle acque temperate e tropicali dell’emisfero sud. Molto raro.
pesce luna

Alimentazione

Il Mola mola si nutre di una varietà di cibo, dimostrando la sua presenza sia in superficie che in acque profonde. Le sue prede più comuni sono le meduse, i ctenofori, le salpe, i calamari, i crostacei, le spugne e lo zooplancton costituito principalmente da larve, oltre a piccoli pesci: la sua bocca è piccola rispetto al corpo. Spesso nel suo stomaco si trovano numerose larve di anguille.

Riproduzione

a,mola,mola,,or,sunfish,,taken,in,open,ocean,in

È una delle specie più prolifiche tra i teleostei, la femmina depone 300 milioni di ovociti ogni anno per una popolazione a bassa densità. Il loro numero è inversamente proporzionale alle loro dimensioni, poiché le uova hanno un diametro di soli 0,2 mm.

Le larve si sviluppano in due fasi: da una forma comune, perdono improvvisamente la loro regione caudale e si ricoprono di spine robuste che servono sia a sostenerle che a proteggerle. Dopo un certo periodo di vita pelagica, le spine cadono e si riforma il bordo caudale o la frangia. Il piccolo pesce luna è allora simile all’adulto ma misura solo 2 cm.

I giovani adulti si riuniscono spesso in grandi banchi e diventano solitari con l’età.

Il denso derma del Mola mola è coperto da un abbondante muco e ospita una grande quantità di parassiti, sia interni che esterni; un singolo pesce può ospitare una quarantina di specie di parassiti. Sembra che le immersioni a grandi profondità (fino a oltre 400 metri) che compie gli permettano di liberarsi di parte dei suoi ospiti. È anche aiutato da piccoli pesci che si nutrono dei suoi parassiti e possono anche pulire le sue ferite e liberarlo dalle sue pelli morte. Per accedere a queste stazioni di pulizia, questo pesce d’altura si avvicina occasionalmente alla costa.

Il Mola mola è innocuo e ha pochi predatori. I giovani sono prede facili per gli squali e i leoni marini (questi ultimi possono praticare l’ablazione della pinna dorsale per conservare una preda viva a portata di denti).

L’avvicinamento in immersione non è facile, si allontana non appena ci si avvicina, tranne in casi rari, dove, non si sa perché , si lascia accompagnare per qualche minuto. Avrete la possibilità di incontrarlo in immersione principalmente nella zona dei 30/40 metri vicino a grandi rilievi isolati al largo: relitti, pareti o secche distanti dalla costa.

In Asia questo pesce prevalentemente acquatico è considerato una prelibatezza. A Taiwan, il prezzo di un singolo Mola mola può raggiungere i 600 dollari. In Europa non è commercializzato (fresco) se non a Cipro.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Pinterest
Email
Tags :

Lascia un commento

Ultimi articoli
Le schede degli organismi marini