la lampuga
4.5
(2)

La lampuga o pesce capone: morfologia, caratteristiche e pesca

Chiamato anche pesce capone o corifena, la lampuga e’ una specie pelagica migratrice che vive nelle acque sia tropicali che subtropicali degli oceani Atlantico, Pacifico e Indiano. Abbastanza presente anche in Mar Mediterraneo, la lampuga si avvicina alla costa verso la fine dell’estate per deporre le uova. Pesce con corpo allungato e compresso, ha un profilo frontale arrotondato e sporgente. Di colore grigio azzurro, blu sul dorso e giallo sui fianchi.

Predatori famelici

Le lampughe si cibano di pesci pelagici, in particolare di pesci volanti. Nel contenuto stomacale di diverse lampughe sono state però ritrovare dalle 4 alle 50 tartarughe marine appena nate. Segno che dopo la deposizione le lampughe aspettano i nascituri di tartaruga per cibarsene.

lampuga, pesce caponeMaturità e riproduzione

Le lampughe sono già mature intorno ai 4-5 mesi di eta’ : La deposizione delle uova avviene in superficie producendo dalle 80.000 sino a 100.000 uova per deposizione. Le uova sono pelagiche, di forma sferica e galleggiano sulla superficie per circa 2 giorni prima di schiudersi e dare alla luce le piccole lampughe. Le larve che misurano poco meno di 4 mm, cominciano  a nutrirsi di copepodi planctonici subito dopo che il sacco vitellino viene riassorbito.

Accrescimento

Le lampughe sono tra i pesci che hanno la crescita piu’ rapida. Sembra addirittura che nel primo anno di età possano aumentare la loro massa di 100 grammi al giorno.

Velocità

la lampugaLe lampughe riescono a nuotare molto velocemente e raggiungere i 95 Km/h.

Speranza di vita

Le lampughe possono vivere sino a 5 anni, possono raggiungere i 15 Kg di peso (anche se qualche esemplare puo’ arrivare a pesare sino a 18/20 Kg) e superare i due metri di lunghezza.

Cosa mangia la lampuga

Allo stadio adulto le lampughe sono delle vere carnivore. si nutrono di granchi, pesci volanti, calamari e sgombri e non disdegnano anche altri crostacei come gamberetti e mazzancolle.

Pesca della lampuga

La lampuga e’ un pesce molto conosciuto dai pescatori, tanto che il periodo quando le lampughe si avvicinano sotto costa per depositare le uova e denominato “tempo di caponi”. Un pesce apprezzato sia per le carni che per la combattività (ambita preda della pesca sportiva alla traina costiera). Oppone infatti una forte reazione alla cattura saltando fuori dall’acqua per liberarsi dall’amo. La pesca professionale invece e’ praticata con le reti a circuizione e con i palamiti galleggianti.

lampugaLa pesca della Lampuga è una  “pesca con una regolazione a se stante” in quanto, oltre alla normale licenza di pesca, occorre anche una specifica autorizzazione rilasciata dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per praticare questa attività. La regolamentazione comunitaria (Reg. Cee 1343/2011) per la pesca alla Lampuga con i DCP prevede un fermo delle attività di pesca da 1° gennaio al 14 agosto in modo da tutelare questa specie nel periodo riproduttivo.

La lampuga in cucina

La lampuga è un pesce ricco di grassi insaturi Omega3, ogni 100 grammi di prodotto vi sono 18.5g di calorie, 73 mg di colesterolo, 0.7g di grassi. Un pesce che possono mangiare tutti, adulti e bambini.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 4.5 / 5. Conteggio voti: 2

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Articolo precedenteIstamina e pesce fresco: ecco come combatterla
Articolo successivoSicilia: fermo biologico uniforme sino al 14 ottobre
Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui