L’arcipelago delle isole Glenan in Bretagna

Il Giornale dei MARINAI ReportageL’arcipelago delle isole Glenan in Bretagna
3
(2)

Le isole Glenan o isole Glenans si trovano in Bretagna nel dipartimento di Finistere.

Situate nel golfo di Guascogna le isole Glenan sono un piccolo paradiso turistico. Un arcipelago composto da otto isole piu’ piccoli isolotti dalle acque trasparenti ed una costa frastagliata da rocce.

Durante il Neolitico quando ancora le acque dell’Atlantico le Glenan non erano un arcipelago. Soltanto nel 4000 Avanti Cristo sulle isole arrivarono i primi naviganti che eressero un Dolmen al nord dell’isola di Brunec. Si trattava di un popolo di agricoltori che  arrivarono nell’arcipelago popolandolo. Soltanto nel 1888 alle Glenan furono scoperte delle tombe e sepolture preistoriche. Sembra che tali agricoltori divennero ben presto pescatori realizzando attorno alle isole come degli allevamenti ittici scavati nella pietra ancora oggi utilizzati per l’allevamento degli astici atlantici.

Nel tempo le isole Glenan sono state un riparo per pirati e navigatori. Attorno all’arcipelago Glenan sono presenti ancora centinaia di relitti, navi naufragate a causa delle forti tempeste e del mare del golfo di Guascogna sempre in forte movimento.

Le Glenan e i loro tanti proprietari

La proprietà dell’arcipelago è passato nelle mani di diversi proprietari. Nel 1855 fu un negoziante parigino, François-Alphonse Théroulde ad acquistarlo dalla famiglia  Kernafflen de Kergoz che lo possedeva dal 1791. Nel 1868 l’aripelago passa poi a  Hippolyte de Pascal che lo dividerà con altri borghesi parigini.

Lo sviluppo della pesca e del pesce seccato

Nel 1813 la demoiselle Bouillon ha l’idea di far seccare il pesce pescato dai pescatori. Nacque cosi la pescheria del pesce essiccato Bouillon. Specialità dell’arcipelago erano le sardine, i merluzzi e le razze. In brave tempo l’arcipelago si popola e in molti si spostarono dalla Bretagna per andare a lavorare nell’industria di pesce essiccato di Madame Bouillon che negli anni 50 del 1900 riusciva a produrre sino a 1200 quintali di pesce ogni anno. 

Nel 1870 il barone Fortuné Halna du Fretay con i soci Eugène Toulgoët e René Madec apri il primo allevamento di crostacei dell’arcipelago su una zona di dominio pubblico nell’isola di San Nicola. Un grande buco scavato nella roccia lungo 38 metri e largo 6 che poteva contenere sino a 60.000 astici atlantici la specialità dell’isola.

L’arcipelago oggi

Sulle isole Glenans l’industria della pesca si è ridotta in seguito alle due guerre Mondiali che hanno ridotto la popolazione sulle isole. Le Glenan oggi ospitano soltanto imbarcazioni per la piccola pesca costiera e soltanto nel 2013 è ripartita la pesca delle capesante  

Le isole dell’aripelago Glenan

  • Île Saint-Nicolas
  • Île de Bananec
  • Île du Loc’h
  • Île de Penfret
  • Île Cigogne
  • Île de Drénec
  • Île de Brunec
  • Île de Guiautec
  • Île de Quignénec
  • Île de Guiriden
  • Île aux Moutons

Paradiso protetto

Sull’isola di San Nicola si trova la piuì piccola riversa naturale Francese, nata per proteggere una specie endemica, il narciso delle Glenan.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 3 / 5. Conteggio voti: 2

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal