Gli Attacchi di Squalo in Italia

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
Squalo dormiente

Gli squali, grandi predatori marini, sono spesso associati a un’aura di mistero e pericolo. In Italia, negli ultimi 300 anni sono meno di 15 gli attacchi mortali.

In questo contesto, gli attacchi di squali, sebbene rari, hanno lasciato un’impronta indelebile nella storia costiera del paese. Al di là delle narrazioni leggendarie, l’Italia ha registrato una serie di episodi, sia fatali che non, che mettono in luce l’interazione complessa tra l’uomo e uno degli abitanti più enigmatici degli oceani.

Questo sguardo approfondito sui casi di attacchi di squali in Italia rivela un panorama variegato, che spazia dagli attacchi provocati alla nuotata tranquilla, dal mistero delle acque profonde alle coste soleggiate popolate da bagnanti entusiasti. Attraverso gli anni, questi episodi hanno contribuito a plasmare la percezione pubblica sugli squali, suscitando emozioni contrastanti tra il timore e la meraviglia.

Nell’elenco degli attacchi fornito, emergono storie di coraggio, come chi ha sfidato gli squali a mani nude, e momenti di tensione in cui lo scontro con queste maestose creature ha lasciato cicatrici tangibili e cicli mitici nei racconti locali. La comprensione degli attacchi di squali in Italia richiede un esame attento delle circostanze, dalla pesca interattiva agli incontri accidentali durante attività ricreative, ciascuno portatore di una storia unica e avvincente.

In questo scenario, è fondamentale sfatare miti e superstizioni che possono circondare gli squali, educando il pubblico sulla reale dinamica tra l’uomo e questi predatori marini. L’Italia, con la sua ricchezza culturale e naturalistica, offre uno spunto affascinante per esplorare il delicato equilibrio tra la bellezza selvaggia degli oceani e il rispetto dovuto alle creature che li abitano.

Ecco in dettaglio gli attacchi di squalo Fatali in Italia dal 1721 a oggi

Giugno 1721, Sardegna, Ponte della Maddalena
Dettagli: Attacco mortale ad un bagnante a circa 200 metri dalla riva. Resti parziali recuperati dall’intestino dello squalo
Specie Coinvolta: Squalo bianco femmina del peso di circa 800 Kg.

Aprile 1738, Sicilia, Stretto di Messina
Dettagli: Attacco mortale ad un bagnante a circa 200 metri dalla riva.
Specie Coinvolta: (Squalo bianco ???).

Settembre 1869, Adriatico, Trieste
Dettagli: Attacco mortale ad un bagnante
Specie Coinvolta: Squalo bianco

Settembre 1868, Liguria, Bordighera,
Dettagli: Attacco mortale ad un bagnante (si presume fosse il maggiordomo del Conte di Strathmore e Kinghorne )
Specie Coinvolta: Sconosciuta

Agosto 1902, Calabria, Nicotera
Dettagli: Attacco mortale ad un bagnante
Specie Coinvolta: Sconosciuta

Luglio 1904, Marche, Ancona,
Dettagli: Quattro persone uccise in un solo giorno da uno squalo rimasto anonimo, mai catturato
Specie Coinvolta: Sconosciuta

Luglio 1909, Capo di Santa Croce, in Sicilia
Dettagli: tre corpi furono recuperati dalla bocca di uno squalo intrappolato in una rete da pesca. Le vittime erano un uomo, una donna e una ragazza. Si presume che siano annegati e successivamente divorati, ma la verità rimane avvolta nel mistero.
Specie Coinvolta: Sconosciuta

È importante considerare che l’evento si colloca temporalmente il 28 dicembre 1908, alle 5:21 del mattino, quando si verificò il terribile terremoto di Messina e dello stretto. Questo catastrofico evento fu accompagnato da un devastante tsunami, causando la perdita di oltre 100.000 vite e la distruzione di numerose comunità costiere in tutta la Sicilia e nel sud Italia.

Luglio 1926, Varazze (Mar Ligure)
Dettagli: Attacco mortale ad un bagnante a circa 200 metri dalla riva.
Specie Coinvolta: Squalo bianco di circa sei metri.

Settembre 1951, Campania, Amalfi (Mar Tirreno)
Dettagli: Attacco ad una turista. Sebbene l’attacco sia registrato nel database Global Shark Attack, sembra che la turista non sia morta ma abbia simulato la sua scomparsa. La turista austriaca in questione Anna Wurn fu avvistata negli Stati Uniti anni dopo, felicemente sposata…
Specie Coinvolta: ???


Agosto 1962, Circeo (Mar Tirreno)
Dettagli: Attacco al subacqueo Maurizio Sarra, un noto fotografo subacqueo italiano che stava praticando pesca subacquea, durante un’immersione al Circeo nel Mar Tirreno il 2 settembre 1962. Sarra fu attaccato da uno squalo, e le ferite riportate alla gamba sinistra furono così gravi da causarne la morte.
Specie Coinvolta: Squalo bianco.


Luglio 1963, Riccione (Mare Adriatico)
Dettagli: Attacco ad un subacqueo durante attività di pesca sub.
Specie Coinvolta: Squalo bianco di circa quattro metri.


Febbraio 1989, Golfo di Baratti (Mar Tirreno)
Dettagli: Luciano Costanzo, un subacqueo e portuale di 47 anni, perse la vita in un attacco di uno squalo bianco di dimensioni notevoli, stimato tra i 5 e 6 metri. L’attacco avvenne a un miglio e mezzo al largo, e sia l’ingegnere che il figlio di Costanzo assistettero impotenti mentre lo squalo afferrava e trascinava il subacqueo sott’acqua.
Specie Coinvolta: Squalo bianco di circa sei metri.

Agosto 2006, Lampedusa, Mediterraneo
Dettagli: un migrante sarebbe caduto in mare ed ucciso da uno squalo
Specie Coinvolta: squalo bianco o squalo mako di circa 3 metri

Gli attacchi di squalo NON Fatali in Italia dal 1721 a oggi

16 marzo 1877:

Luogo: Stretto di Messina, Sicilia
Attività: Canoa
Vittima: Captain Paul Boyton
Esito: 3 costole rotte dalla coda dello squalo
22 settembre 1887:

Luogo: Trieste
Attività: Nuoto
Vittima: Joseph Weissmantel
Esito: Gamba ferita
7 giugno 1899:

Luogo: Bagnara Calabra, Calabria
Attività: Pesca
Vittima:
Esito: Ferite multiple da squalo pescato (INCIDENTE PROVOCATO)
15 luglio 1902:

Luogo: Genova, Liguria
Attività: Pesca
Vittima: Uomo
Esito: Ferite a viso e braccia da squalo pescato (INCIDENTE PROVOCATO)
1928:

Luogo: Viareggio, Toscana
Attività: Imbarcazione
Vittima: Bagolinii
Esito: Nessun danno, lo squalo si avvicinò alla barca, fu colpito con un remo e l’uomo cadde in mare (INCIDENTE PROVOCATO)
6 luglio 1942:

Luogo: Savona, Liguria
Attività: Canottaggio
Vittima: Gino Bardolini
Esito: Dopo aver colpito lo squalo con un remo, lo squalo morse il remo e rovesciò la barca (INCIDENTE PROVOCATO)
10 agosto 1949:

Luogo: Cosenza, Calabria
Attività: Nuoto
Vittima: Giovanni Picarelli
Esito: Mano destra amputata
1 gennaio 1950:

Luogo: Albenga, Savona
Attività: Pesca
Vittima: Uomo
Esito: Lo squalo arpionato morse il pescatore (INCIDENTE PROVOCATO)
16 agosto 1951:

Luogo: Torre Colimena, Taranto
Attività: Immersione
Vittima: Uomo
Esito: Nessun danno
9 maggio 1951:

Luogo: Torre del Greco, Napoli,
Attività: Non specificato
Vittime: 3 uomini buttati in acqua da uno squalo arpionato (INCIDENTE PROVOCATO)
3 settembre 1951:

Luogo: Salerno, Salerno Province
Attività: Pesca di calamari
Vittima: Luca Caputo
Esito: 3 dita mozzate dopo che l’uomo ha usato la mano come esca
5 agosto 1952:

Luogo: Giulianova, Teramo
Attività: Pesca
Vittima: Vittorio Speca
Esito: Ferite multiple (INCIDENTE PROVOCATO)
4 agosto 1952:

Luogo: Riva Trigoso, Genova Province
Attività: Pesca
Vittima: Franco Podesta
Esito: Morso da squalo arpionato (INCIDENTE PROVOCATO)
1954:

Luogo: Finale Ligure, Liguria
Attività: Pesca subacquea
Vittima: Aldo Campi
Esito: Addome ferito
1 settembre 1956:

Luogo: Mar Tirreno, 1,5 miglia a sud di San Felice Circeo
Attività: Immersione subacquea con bombole
Vittima: Goffredo Lombardo
Esito: Sopravvissuto
1 luglio 1961:

Luogo: Mar Adriatico, Riccione
Attività: Pesca subacquea
Vittima: Manfred Gregor
Esito: Piede morso
6 settembre 1961:

Luogo: Chioggia, Provincia di Venezia
Attività: Pesca
Vittime: Pollione Perrini & Fioravanti Perini
Esito: Piede sinistro e mano destra morsi da squalo arpionato (INCIDENTE PROVOCATO)
1962:

Luogo: Mar Tirreno, Circeo, Secca del Faro
Attività: Immersione subacquea
Vittima: Dante Matacchione
Esito: Nessun danno
16 novembre 1963:

Luogo: Sicilia, Mondello
Attività: Pesca subacquea
Vittima: Dr. Salito
Esito: Nessun danno
13 agosto 1966:

Luogo: Provincia di Taranto, Pulsano, vicino a Taranto
Attività: Attaccato lo squalo con i pugni
Vittima: Cosimo Piccinni
Esito: Lacerazione al braccio
13 settembre 1967:

Luogo: Provincia di Brindisi, Brindisi
Attività: Immersione subacquea con bombole
Vittima: Romeo Guarini
Esito: Lo squalo ferì il braccio e ruppe la gamba con la coda (INCIDENTE PROVOCATO)
1 giugno 1967:

Luogo: Sicilia, Stretto di Messina
Attività: Pesca in barca
Vittima: Non specificato
Esito: Nessun danno agli occupanti, lo squalo arpionato affondò la barca (INCIDENTE PROVOCATO)
25 agosto 1967:

Luogo: Liguria, Marinella Sarzana, La Spezia
Attività: Pesca subacquea con bombole
Vittima: Gian Paolo Porta Casucci
Esito: Ferite minori al viso e all’avambraccio
2 giugno 1976:

Luogo: Provincia di Reggio Calabria, Bovalino
Attività: Pesca
Vittima: Francisco Pelle
Esito: Squalo ha colpito la barca (INCIDENTE PROVOCATO)
16 settembre 1978:

Luogo: Mar Tirreno, Capo d’Anzio
Attività: Immersione subacquea
Vittima: Fabrizio Marini
Esito: Nessun danno
1985:

Luogo: Sicilia, Punta Secca
Attività: Snorkeling
Vittima: Neil Montoya
Esito: Contusione al piede sinistro
22 agosto 1988:

Luogo: Manfredonia, Ippocampo
Attività: Non specificato
Vittima: Uomo
Esito: Sopravvissuto
6 giugno 1989:

Luogo: Toscana, Marinella, tra Punta Blanca e Marina del Carrara
Attività: Windsurf (urinando sulla tavola)
Vittima: Ezio Bocedi
Esito: Morso sulla coscia destra superiore
10 giugno 2012:

Luogo: Sardegna, Muravera
Attività: Tentativo di salvataggio di uno squalo ferito e arenato
Vittima: Giorgio Zara
Esito: Inferiori sinistre ferite (INCIDENTE PROVOCATO)
18 agosto 2018:

Luogo: Provincia di Chieti, Torino di Sangro
Attività: nouto
Vittima: Uomo
Esito: Polpaccio morso da verdesca

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Pinterest
Email
Tags :

Lascia un commento

Ultimi articoli
Le schede degli organismi marini