la corvina


La corvina e’ pesce difficile da incontrare al mercato. Un pesce piuttosto raro, spesso scambiato con l’ombrina. Le carni della corvina sono ottime.

NOME SCIENTIFICO: Sciaena umbra (Linneo, 1758)  Corvina nigra (Bloch, 1792)

NOME VOLGARE: Corvina, Covrolaca, corvo di scoglio, pescio corvo, cappa nigra, covrolaca (Liguria), locca (Tosacana), lodola (Marche), curviello, gattè, cuorve de mare (Puglia), curveddu niru, schifaro (Calabria), pisci acula, alaguia, aguia, serrania, aloca, corvu pisci, serrania di niuri (Sicilia), gorbagiu, corbaglio, umbrina impiriali (Sardegna), brown meagre (Inglese), corb (Francese), corvallo, corvinato (Spagnolo). skios (Greco).

CARATTERISTICHE:  la livrea della corvina ha un colore bruno dorato con riflessi argentei, le pinne pelviche e la pinna anale presentano un colore nero con un bordino bianco. L’anale presenta il secondo raggio allungato. La pinna caudale è gialla. Le due pinne dorsali unite da una sottile membrana. Il corpo si presenta allungato, compresso ai fianchi, testa a punta e fronte alta. Muso con 8 pori ben evidenti disposti su due file. Altri 5 pori sottomascellari. Mascella inferiore meno ampia di quella superiore, entrambe con due file di denti. Preopercolo con piccoli dentelli, opercolo con spine. Risale veloce in superficie per attaccare Clupeidi e altri organismi. Oviparo, frega durante la primavera.

PESCA: palangari di fondo, tramagli e nasse. Un tempo era catturata frequentemente con l’arpione.

Replica

Please enter your comment!
Please enter your name here