Lo Squalo Cetorino o Elefante – Cetorhinus maximus

Il Giornale dei MARINAI SqualiLo Squalo Cetorino o Elefante – Cetorhinus maximus
0
(0)

Il Cetorino è uno squalo di grandi dimensioni, con muso lungo conico, occhi piccoli e senza membrana nittitante, 5 fessure branchiali molto lunghe, con la presenza di numerose branchiospine, atte a trattenere il plancton di cui si nutre. Pinne pettorali lunghe ed ampie, due pinne dorsali, la prima molto evidente triangolare ed alta, la seconda  piccola e posta in prossimità del peduncolo caudale che presenta grandi carene laterali, la pinna caudale simmetrica a mezzaluna molto lunga. Questa specie è la seconda, in ordine di grandezza, dopo lo squalo balena Rhincodon typus . Può raggiungere i 15 m, con una taglia media di 9 m per i maschi e di 9,8 m per le femmine, per un peso fino a 4 tonnellate. Colorazione del manto grigio scuro, abbastanza uniforme, con bande bianche in prossimità del ventre e del muso.

Dove vive lo squalo elefante

Habitat: Vive in prossimità della riva e delle coste, come in acque pelagiche, sopra le piattaforme continentali e insulari, spesso nuota in superficie per filtrare il plancton.

Questo squalo si nutre di plancton . È microfago e intrappola minuscoli crostacei planctonici come copepodi su particolari denticoli chiamati gill rakers (sulle arcate branchiali).  La mascella è rivestita da minuscoli denti conici (fino a 3000) disposti su più file su entrambi i lati della bocca. Un adulto ha uno stomaco che può contenere 500 kg di plancton e può filtrare 2.000 tonnellate di acqua all’ora alla velocità di due nodi. Il suo fegato gigantesco gli conferisce una buona galleggiabilità e gli consente di svernare quando il plancton è scarso.

Questo animale ha la capacità di trovare le zone più ricche di plancton adattandosi alle variazioni climatiche seguendo un meccanismo del tutto sconosciuto.

Biologia e distribuzione dello squalo elefante

Il cetorino è uno squalo filtratore, si raduna a volte in banchi e compie lunghe migrazioni per la ricerca del cibo, durante la stagione invernale scompare e sembra che raggiunga il fondale dove compire una sorta di mutamento a livello delle branchiospine.  Presente in tutti i mari e Oceani, nel Mediterraneo presente ovunque sembra meno nelle coste sud-orientali, in Italia attorno all’Isola d’Elba e nel basso Adriatico. Non è pericoloso per l’uomo, soggetto a pesca eccessiva.

«Il cetorino non ha nulla della ferocia degli altri grandi squali; è un animale che non attacca mai, particolarmente lento e pigro. Una barca può inseguirlo a lungo senza che esso tenti mai di scappare. È possibile avvicinarlo tanto da arpionarlo quando si lascia galleggiare sulla superficie dell’acqua, riscaldandosi ai raggi del sole del nord. Solo quando si sente ferito alza la coda e si immerge bruscamente.» Henri-Paul Gervai

Ciclo vitale e riproduzione

Le caratteristiche del ciclo vitale e della riproduzione dello squalo elefante sono poco conosciute, ma sono probabilmente simili a quelle degli altri lamniformi. Lo squalo elefante è ovoviviparo: la femmina mette al mondo dei piccoli vivi, che misurano da 1,5 a 2 m. Il periodo di gestazione sarebbe di 2,6-3,5 anni, il più lungo tra tutte le specie animali, eccezion fatta per lo squalo dal collare, e il periodo tra un parto e l’altro di 2-4 anni. Gli embrioni devono essere espulsi in inverno, in quanto se ne trova raramente traccia in aprile-maggio. I comportamenti di parata nuziale e le cicatrici suggeriscono che gli animali si accoppino in primavera: in questo periodo dell’anno, possiamo osservare due o tre squali elefante che nuotano insieme, uno dietro l’altro, quasi sempre con una femmina davanti e i maschi dietro. È stato possibile notare che il muso dei maschi che seguono e i loro pterigopodi presentano delle ferite da sfregamento, mentre la femmina non presenta mai sangue sul muso, bensì un’abrasione della regione cloacale. La produttività annuale stimata è la più bassa conosciuta tra tutti gli squali, e la durata di una generazione è di 22-33 anni.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal