Scooter subacqueo elettrico : quale scegliere e comprare

Il Giornale dei MARINAI Subacquea, immersioni,diving, fotografia subacquea.Scooter subacqueo elettrico : quale scegliere e comprare
5
(1)

Se siete alla ricerca di uno scooter subacqueo elettrico siete nel posto giusto. vediamo insieme di capire quale scooter subacqueo fa al caso vostro e come sceglierlo in base alle vostra attività.

Non poteva che nascere dalla mente di J. Cousteau lo scooter subacqueo. Vediamo gli albori di questo supporto e gli utilizzi nella subacquea ricreativa.

Il primo prototipo, chiamato dall’equipaggio della nave Calypso “la pulce” era un piccolo mezzo di trasporto subacqueo di concezione rivoluzionaria. Grazie a ridottissime dimensioni ed una estrema manovrabilità, gli scooter subacquei hanno permesso di migliorare le tecniche di immersione permettendo al subacqueo di muoversi più rapidamente in acqua. Un oggetto che oggi non solo e’ utilizzato costantemente nella subacquea ricreativa ma anche nella subacquea professionale, nella pesca in apnea e nello snorkeling. J. Coustau ha raccontato la prima prova in mare di un primissimo prototipo di scooter subacqueo.

Tolone, nasce il primo scooter sottomarino

A Tolone, a capo del Conshelf Saturation Dive Program, J. Cousteau e Philippe Taillez avevano cominciato a concepire i primi prototipi di sottomarini umidi. Si trattava di un mezzo di trasporto  che permetteva al subacqueo in immersione di essere trasportato in acqua per potersi muovere piu’ velocemente. Il subacqueo, a bordo del sottomarino riusciva, non con poca fatica, a farlo sollevare dal fondale per muoversi. In superficie, il sottomarino umido riusciva a guadagnare mezzo nodo ogni due minuti sino a raggiungere una velocità di sei nodi l’ora.

Il mondo del silenzio ed i primi veri scooter subacquei

La prima vera comparsa dello scooter subacqueo avvenne durante le riprese del documentario il mondo del silenzio, il film documentario di Cousteau e Louis Malle vincitore della palma d’oro come miglior film al festival di Cannes. Dopo aver elaborato il progetto e corretto piu’ volte, nacque un supporto di estrema utilità per la subacquea. -era pesante ma governabile come una motocicletta -disse Cousteau. Con un’ora di autonomia poteva raggiungere i 5 Km/h. L’unico punto negativo di questo scooter era pero’ la lentezza. La maggior parte delle specie marine come squali e delfini nuotavano piu’ veloce dello scooter.

Da quel momento in poi gli scooter subacquei entrarono a far parte della subacquea rendendo l’esperienza dell’immersione non solo piu’ sicura e piacevole ma anche piu’ dinamica.

Meno fatica e piu’ sicurezza in mare. Ma occhio alle profondità

Gli scooter subacquei permettono di diminuire lo sforzo del consentendo al sub di spostarsi piu’ velocemente in acqua. Se gli scooter visti nei documentari erano grossi e pesanti, oggi questi oggetti sono non solo alla portata di tutti con costi non proibitivi, ma permettono performance eccellenti ed una maneggevolezza disarmante. Oggi, gli scooter subacquei vengono prodotti con tecnopolimeri e ABS antiurto, sono muniti di grosse maniglie laterali dove si trovano i comandi e possono essere trasportati sino a 40/50 metri sul fondo.

Immersioni profonde: meglio evitarle

Per la maggior parte dei subacquei ricreativi che praticano immersioni profonde, questi veicoli non sono utili. Il controllo dell’assetto è vitale e gli scooter subacquei possono complicarne il controllo, con conseguenze pericolose (un barotrauma, ad esempio). Inoltre la navigazione con una visibilità scarsa può essere molto difficoltosa.

Caratteristiche di uno scooter subacqueo

Consiste normalmente in una struttura idrodinamica mossa da un motore elettrico alimentato a batteria che aziona un’elica, bilanciato con assetto neutro quando immerso. L’elica viene progettata e protetta in modo da non essere pericolosa per il subacqueo o per l’ambiente.

I veicoli subacquei sono utili per lunghi spostamenti a profondità costante in condizioni di navigazione favorevoli. Spesso vengono utilizzati nelle immersioni in grotta e nelle immersioni tecniche, aiutando a trasportare la pesante attrezzatura necessaria spesso per questo tipo di immersioni e a ridurre il tempo necessario per gli spostamenti, riducendo quindi i tempi già lunghi di decompressione.

Scooter subacqueo : pro e contro di quest’oggetto che ha cambiato il mondo della subacquea

Apneisti, snorkelisti o subacquei, lo scooter subacqueo permette di alleggerire lo sforzo fisico durante le immersioni. Si tratta di un propulsore idrodinamico che vi permette di muovervi più velocemente in acqua grazie ad un motore elettrico. Naturalmente esistono scooter subacquei da diverse migliaia di euro ma se vogliamo restare nel limite della subacquea ricreativa esistono dei modelli in commercio di grande interesse e a prezzi interessanti.

Chi ha inventato lo scooter subacqueo ?

Il primo prototipo è una invenzione di J. Cousteau, era chiamato la pulce e permetteva al subacqueo di essere trasportato ad una velocità di circa 6 nodi l’ora. Cousteau lo chiamava la macchina infernale non solo per il peso e le difficoltà nel fallo sollevare dal fondo ma anche per la fragilità del plexiglas che proteggeva il pilota.

Un veicolo rivoluzionario

Conosciuto anche con il nome di porcellino di mare lo scooter subacqueo è stato ed è attualmente utilizzato dagli speleologi e dai subacquei tecnici per effettuare manovre di manutenzione in fondo al mare.

Gli scooter subacquei a motore a scoppio

Gli acqua-scooter subacquei a motore a scoppio hanno lo stesso scopo di quelli elettrici ovvero sono destinati al trasporto. Un motore a scoppio permette comunque più’ autonomia, più’ potenza ma anche più’ manutenzione.

Gli scooter subacquei elettrici

Alimentati da una batteria al litio amovibile gli scooter elettrici permettono di essere trasportati ad una velocità da 3 a sette nodi a seconda del modello. La maggior parte degli entry level montano un motore da 500w e sono concepiti per resistere a profondità fino a 30/40 metri. Realizzati in pvc sono spesso leggeri e facili da trasportare.

I pro dello scooter elettrico subacqueo

  • Facilita di manovra
  • Costo
  • Peso

I contro dello scooter elettrico subacqueo

  • Autonomia
  • Durata di vita della batteria

Infatti se non si calcola bene infatti l’autonomia della batteria vi ritrovate a trasportare voi lo scooter subacqueo. Per questo motivo evitate di scegliere dei modelli basilari e poco costosi ma soprattutto con motori poco potenti.

Gli scooter subacquei a motore

Sicuramente più potenti , gli scooter a motore scoppio sono utilizzati nella subacquea e nella pesca in apnea. Possiedono motori 2 o 4 tempi da 50cc. Essendo un veicolo a motore a scoppio lo scooter subacqueo è vietato nelle aree protette per cui non adatto agli snorkelisti.

Gli scooter elettrici yamaha

La yamaha ha da poco creato una linea di scooter subacquei elettrici interessantissimi sia per il prezzo che per la performance. Adatti a tutti e a tutte le attività gli scooter elettrici yamaha sono progettati sia per snorkelisti, subacquei o per la pesca in apnea. Questi scooter sono progettati con una spinta neutra, ciò significa che una volta in acqua lo scooter subacqueo tende a rimanere in assetto stabile. In questa maniera lo scooter sarà sempre al vostro fianco e non rischiate di risalire o scendere in profondità per recuperarlo (cosa molto pericolosa).

Lo scooter subacqueo in acqua dolce

In acqua dolce comunque lo scooter subacqueo yamaha come tutti gli altri scooter si comporta in maniera differente e tenderà ad affondare leggermente. Gli scooter subacquei elettrici della Yamaha sono leggeri ed idrodinamici. Assolutamente impermeabili sono semplici da maneggiare e permettono delle buone autonomie. Se lo lasciate in acqua il motore elettrico si arresta risparmiando la batteria. Tutti i modelli di scooter elettrici Yamaha sono dotati di supporto per le Go Pro per registrare in video le vostre immersioni.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal