Home Notizie sul mare e sulla pesca Quanto tempo ci vuole perchè una bottiglia di plastica si biodegradi in...

Quanto tempo ci vuole perchè una bottiglia di plastica si biodegradi in mare?

4793
0
Tempi di degradazione dei rifiuti in mare
Tempi di degradazione dei rifiuti in mare
3
(2)


Sapete che i frammenti derivanti dalla degradazione dei diversi materiali, se ingeriti dai pesci, finiscono nella nostra catena alimentare?

Ogni anno milioni di rifiuti vengono abbandonati sulle spiagge. Plastica, vetro, lattine, pile esauste, borse della spesa sino a televisioni e frigoriferi abbandonati da persone poco civili. Ma quando nessuno puo’ recuperarli questi rifiuti entrano della nostra vita, nel nostro cibo. Le microplastiche ad esempio vengono ingerite dagli animali marini come pesci o molluschi. Una volta ingeriti queste microparticelle tossiche entrano nella catena alimentare arrivando sino ai nostri piatti.

Ogni giorno circa 8 milioni di tonnellate arrivano in mare ma non e’ soltanto colpa di chi abita le zone costiera. Infatti, ben l’80% di tali rifiuti arrivano dall’entroterra tramite i fiumi. Per prendere coscienza del tempo che impiega un rifiuto per sparire totalmente abbiamo preparato questa semplice infografia.

  1. Carta igienica: da 2 a 4 settimane.
  2. Giornali cartacei: fino a 6 settimane.
  3. Cartone del latte: da 1 a 5 mesi.
  4. Fiammiferi: da 10 a 14 mesi.
  5. Mozzicone di sigaretta: da 1 a 3 anni
  6. Polistirolo: 50 anni.
  7. Pile esauste: 200 anni.
  8. Plastica: 400-450 anni.
  9. Reti da pesca: 600 anni.
  10. Vetro: indeterminato.

Vuoi votare questo post

Fai clic su una stella per votarle!

Voto medio 3 / 5. Conteggio voti: 2

Grazie

Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile!

Miglioreremo questo post!

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui