Quanto tempo ci vuole perchè una bottiglia di plastica si biodegradi in mare?

Il Giornale dei MARINAI NewsQuanto tempo ci vuole perchè una bottiglia di plastica si biodegradi in mare?
4.2
(9)

 

Sapete che i frammenti derivanti dalla degradazione dei diversi materiali, se ingeriti dai pesci, finiscono nella nostra catena alimentare?

Ogni anno milioni di rifiuti vengono abbandonati sulle spiagge. Plastica,vetro, lattine, pile esauste, borse della spesa sino a televisioni e frigoriferi abbandonati da persone poco civili. Ma quando nessuno puo’ recuperarli questi rifiuti entrano della nostra vita, nel nostro cibo. Le microplastiche ad esempio vengono ingerite dagli animali marini come pesci o molluschi. Una volta ingeriti queste microparticelle tossiche entrano nella catena alimentare arrivando sino ai nostri piatti. Ogni giorno circa 8 milioni di tonnellate arrivano in mare ma non e’ soltanto colpa di chi abita le zone costiera. Infatti, ben l’80% di tali rifiuti arrivano dall’entroterra tramite i fiumi. Per prendere coscienza del tempo che impiega un rifiuto per sparire totalmente abbiamo preparato questa semplice infografia.
  • Carta igenica

Da 2 a 4 settimane

  • Cartone del latte

Da 1 a 5 mesi

  • Fiammiferi

Da 10 a 14 mesi

 

  • Mozzicone di sigaretta

Da 1 a 3 anni

  • Pile esauste

200 anni

  • Plastica

400/450 anni

L’urgenza del problema globale della plastica

Gli autori dello studio seguente Roland Geyer, Jenna R. Jambeck e Kara Lavender Law hanno stimato che dal 1950 al 2016 sono stati prodotti 8.300 milioni di tonnellate di materie plastiche e che la stragrande maggioranza sia finita in mare. Sin dalla sua invenzione nel 1907, la dipendenza mondiale da plastica sta travolgendo il nostro pianeta.

Quali paesi contribuiscono maggiormente all’inquinamento da plastica?

Circa 8 milioni di tonnellate di plastica vengono scaricate negli oceani del mondo ogni anno e la maggior parte di questi rifiuti proviene da soli sei paesi: Cina, Indonesia, Filippine, Vietnam, Sri Lanka e Thailandia. (Jambeck et al, 2015).

Un grande paese come gli Stati Uniti è solamente al 20° posto per l’inquinamento degli oceani da plastica. L’Italia è invece lontana da questo triste primato.

Cosa possiamo fare

Data la quantità di plastica presente a livello globale, il costo della sua rimozione dall’ambiente è proibitivo. Per tale motivo la soluzione sta anche nella prevenzione. Ecco cosa possiamo fare a livello individuale per proteggere i mari e gli oceani dalla plastica .

Utilizzare buste riutilizzabili

Ogni minuto vengono utilizzati circa 1 milione di sacchetti di plastica e un singolo sacchetto di plastica può impiegare sino 1.000 anni per degradarsi. Utilizza i sacchetti che hai in casa per fare la spesa e non li buttare.

Attenzione alle microsfere di plastica

Queste piccole perle di plastica si trovano in alcuni prodotti per il viso, saponi, gel doccia e dentifrici. Sono molto piccoli, quindi non possono essere efficacemente filtrati dai rifiuti prima che entrino in fiumi, laghi o oceani.

Una lettera alla politica

Scrivi al tuo legislatore per l’impostazione delle politiche di protezione ambientale, in particolare sui rifiuti di plastica!

Riduci, riutilizza e ricicla

Riduci il tuo utilizzo di materie plastiche, riutilizza i prodotti di plastica quando possibile, ricicla tutta la spazzatura che puoi!

Usa bottiglie e bicchieri riutilizzabili

L’acqua in bottiglia produce 1,5 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica all’anno e queste bottiglie richiedono 47 milioni di litri di petrolio per produrre, secondo Food & Water Watch. Porta una tazza riutilizzabile nei bar e chiedi al barista di riempirla, e tieni una tazza sulla tua scrivania invece di usare bicchieri di plastica.

Pulisci le spiagge

Uno dei modi in cui puoi aiutare gli animali marini a sfuggire ai pericoli della plastica è raccogliendo i rifiuti. Fallo con i tuoi amici o con la tua famiglia, il mare ti ringrazierà.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 4.2 / 5. Conteggio voti: 9

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

1 thought on “Quanto tempo ci vuole perchè una bottiglia di plastica si biodegradi in mare?”

  1. Francesca Piccolo ha detto:

    Grazie del Tuo contributo abbiamo trovato molto utili e facilmente comprensibili le Vostre ricerche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal