Lo spirografo – Sabella spallanzanii

Il Giornale dei MARINAI Organismi mariniLo spirografo – Sabella spallanzanii
4
(2)

Dove vive lo spirografo

Lo spirografo si trova dalla superficie fino a 40 m di profondità. È ampiamente presente nella Manica, nell’Atlantico e nel Mediterraneo.
Nel 1965, fu accidentalmente introdotto in Australia nel sud-est, probabilmente dall’acqua di zavorra di una nave. Da allora ha colonizzato tutte le fredde coste temperate dell’Australia meridionale e la Tasmania. Oggi lo spirografo è stato osservato anche in Nuova Zelanda, Giava (Indonesia) e Brasile.

Questo verme  marino (anellide sedentario) è una specie bentonica sessile che vive in un tubo attaccato al fondo. Colonizza fondali rocciosi scarsamente illuminati ma anche fondali molli, sabbie e limi nelle aree portuali con acque ricche di sostanza organica e plancton.
È spesso posizionato in aree di forte corrente.

Descrizione

Lo spirografo è un anellide che vive in un tubo morbido formato dal muco secreto dall’animale.
Il corpo è formato da segmenti (fino a 200) e non è attaccato al tubo in modo che l’animale possa uscire.
Un pennacchio di filamenti (fino a 300 setole) variegato e striato di bianco, giallo o marrone, attaccato all’articolo davanti alla bocca, esce dal tubo e si ritrae al minimo allarme.
Questo pennacchio è composto da due lobi , uno dei quali si snoda in un’elica. Il tubo e il pennacchio sono le uniche due parti visibili.
Il pennacchio brachiale a spirale che sporge dal tubo ha un ruolo respiratorio e costituisce branchie esterne. D’altra parte, questo pennacchio ha un ruolo nutritivo che intrappola le particelle in sospensione nell’acqua. 
La dimensione del tubo varia da 30 a 60 cm con un diametro compreso tra 10 e 25 mm.
Sabella spallanzanii è il più grande verme a tubo delle nostre coste.
La dimensione del pennacchio può raggiungere un diametro di 15 cm, il numero di giri del pennacchio varia con l’età, da 1 per un giovane a 6 per un verme adulto.

Specie simili

Sabella pavonina : le sabelle possono essere prese per uno spirografo; ma in questa specie il pennacchio è semplice e non è a spirale.

Alimentazione

Lo spirografo è un consumatore di particelle in sospensione. 
Ciò che è commestibile (alghe, batteri, plancton) viene ingerito, ciò che non viene escreto verso la base del tubo e poi espulso verso.

spirografo

Riproduzione

Gli spirografi hanno sessi separati. La taglia minima per gli individui maturi è 150 mm Il rapporto tra i sessi è 1: 1. Questa specie è ovipara . Gli ovociti richiedono 9 mesi di maturazione e raggiungono la dimensione di 250 μm. La fecondazione è sincrona tra gli individui, non è chiaro se sia interna al celoma della femmina o se avvenga nel suo tubo. Le femmine di grandi dimensioni possono portare sino a 50.000 uova. Le uova vengono bloccate in un muco e vengono espulse attraverso il condotto escretore quando la temperatura dell’acqua è compresa tra 11 e 14 ° C (osservata a febbraio nel Mediterraneo).
La trasformazione in larve nuotatrici troforiche ciliate è rapida (meno di 36 ore dopo l’espulsione). La vita pelagica delle larve dura circa 3 settimane, dopo questo tempo le larve si depositano sul substrato . Il tubo mucoso compare dopo una decina di giorni e raggiunge 1 mm di lunghezza dopo un mese.

È comune trovare sullo spirografo un numero di epibionti  che si attaccano al tubo, come idre, alghe, ecc. Un copepode, Sabelliphilus elongatus , vive sullo spirografo.

Predatori

L’orata Sparus aurata e alcuni sparidi sono noti predatori di questa specie.
Alcuni vermi Nemertiani sono anche predatori come Tubulanus annulatus e Tubulanus superbus .

Pesca: questo verme viene utilizzato come esca per l’orata.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 4 / 5. Conteggio voti: 2

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal