CONDIVIDI
pesce pettine Xyrichtys novacula

Distribuito in tutto il Mar Mediterraneo ed in oceano Atlantico, il pesce pettine appartiene alla famiglia dei labridi.

Il Italia viene pescato e commercializzato principalmente in Sicilia ed in Calabria. Il pesce pettine dal nome scientifico di Xyrichtys novacula vive a profondità poco elevate (tra i 15 ed i 40 metri) anche se nel periodo invernale migra a profondità maggiori. Molto diverso dalle altre specie di labridi, il pesce pettine è caratterizzato da un profilo della fronte quasi a 90°. Il maschio è solitamente di colore grigio  e la femmina invece si riconosce da sfumature colorate che vanno dal rosso all’arancio e piccole linee azzurre vicino agli occhi.

Il pesce pettine raggiunge i 20 cm di lunghezza anche se la dimensione standard è intorno ai 15 cm. Una caratteristica di questo pesce è la capacità ci compiere scatti repentini in caso di pericolo nascondendosi sotto la sabbia grazie alla forma piatta del corpo.

L’alimentazione del pesce pettine

Si nutre d’invertebrati che cattura tra le sabbie: piccoli crostacei, cnidiari, briozoi, bivalvi, gasteropodi ed echinodermi con una predilezione particolare per le nucole e le telline della specie Abra abra.

La riproduzione del pesce pettine

Caratteristica peculiare di questo labride è quella d’avere un corpo alto e fortemente schiacciato lateralmente, con un profilo della testa compressa , assai ripido, tanto da delineare un bordo del muso a lama.

Una riproduzione particolare per questa specie ermafrodita proterogina (nascono femmine e trasformano il sesso con l’avanzare dell’età). Il maschio infatti è a capo di vero e proprio harem di femmine. La femmina è matura quando raggiunge la taglia di 10-15 cm riconoscibile da una macchia ventrale di colore rosso e dalle scaglie brillanti.  Questa macchia rossa permette al maschio di conoscere il periodo propizio per l’accoppiamento. Una volta deposte le uova pelagiche, i piccoli nascono con aspetto totalmente differente da quello degli adulti. Raggiunta la taglia di 17/18cm le femmine invertono il sesso per diventare maschi. Il periodo riproduttivo comincia in fine primavera. Puo’ raggiungere gli 8 anni di età.

La pesca del pesce pettine

Il pesce pettine viene pescato con reti da posta o con le reti a strascico. In Sicilia il pesce pettine, chiamato anche pisci surici è apprezzatissimo in frittura. Viene anche mangiato al forno o alla griglia se gli esemplari sono di buona dimensione. Le carni sono bianche e morbide con poche spine.

Il pesce pettine al mercato

Riconosciuto ed apprezzato il pesce pettine può facilmente raggiungere i 25 euro al Kg in alcuni mercati nazionali. Al sud invece il prezzo medio si aggira intorno ai 15 euro al Kg

 La pesca sportiva al pesce pettine

Si pesca principalmente a bolentino con esche vive come vermi e gamberi. Tipicamente è utilizzato il terminale a 3 ami con questi distanti tra loro di almeno 30 cm. La taglia ideale degli ami è del 12/14 a gambo corto. Il pesce pettine si pesca principalmente sotto costa spesso andando alla ricerca di pagelli fragolini.

Per sapere di piu’ su questo pesce vi consigliamo questa interessante lettura su tropea magazine

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO