• Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:News
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti
  • Tempo di lettura:2 minuti di lettura
  • Ultima modifica dell'articolo:15 Dicembre 2022

Tre imprenditori sono stati processati mercoledì davanti al tribunale penale di Grasse in Costa Azzurra per aver offerto ai turisti di nuotare con i delfini.

Pene detentive con sospensione della pena e multe fino a 18.000 euro, nonché il sequestro delle imbarcazioni sono state chieste a tre società che si sono offerte di far nuotare i clienti con i delfini in Costa Azzurra, attività assolutamente vietata.

Vietato avvicinarsi entro 100 metri

Per 300 euro a persona al giorno, le compagnie con sede ad Antibes, offrivano giro in barca e possibilità di tuffarsi in mare aperto, con maschera e boccaglio, in mezzo  ai delfini , stenelle ed altri cetacei, precedentemente individuati utilizzando un ultraleggero.

Tuttavia, da un decreto ministeriale del 2021 è vietato in Francia avvicinarsi a meno di 100 metri da un delfino e ancor più nuotare con l’animale.

Un video realizzato da una turista in occasione di una uscita con una delle tre imprese di cetacean watching. I cetacei del video sono grampi e non delfini.

I tre professionisti, che hanno rischiato fino a due anni di reclusione e una multa di 300.000 euro, sono però indagati per “pratica commerciale ingannevole” e “disturbo doloso di specie animale protetta non addomesticata“.

“Non sono le barche che vengono dai delfini, ma i delfini che sono sempre venuti incontro alle barche”. Tale è stata la difesa di un titolare di una delle società processate.

Marcello Guadagnino

Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento