Il regista Adam Strange vittima di un attacco di uno squalo bianco.

La nuova Zelanda è la loro casa, il loro ambiente, e non ci si deve stupire se capitino incidenti come questo. Lo squalo bianco è  un predatore per eccellenza per cui bisogna fare molta attenzione se si nuota tra acque infestate da questi animali. Invadere il loro territorio significa anche trasformarsi in prede semplici soprattutto se inganniamo la vista dello squalo. Se ci si trova a fare surf lo squalo puo’ scambiare il surfista per una tartaruga ed attaccarlo. E’ quello che è successo al regista  neozelandese ADAM STRANGE, 46enne il quale stava nuotando a circa 200 metri dalla spiaggia di Muriwai a circa 40 Km da Auckland. Il regista Stange stava nuotando in delle acque dove erano stati avvistati due squali dai bagnini della spiaggia. In pochi secondi, prima un tonfo e poi una chiazza di sangue nell’acqua. – Dopo il prima attacco la vittima era ancora in vita – racconta un pescatore che ha assistito alla vicenda. Gli abbiamo detto di dirigersi verso gli scogli, la vittima ha alzato un braccio per chiedere aiuto e subito un altro brutale attacco.adam strange

La polizia ha sorvolato la zona con gli elicotteri cercando di uccidere gli squali che si aggiravano al largo sparando in acqua, e le spiagge della zona sono state chiuse per almeno due giorni. Il corpo dilaniato della vittima è stato recuperato alcune ore dopo dalle autorità. Secondo gli esperti gli attacchi da parte degli squali, nelle acque neozelandesi, sono da considerarsi rarissimi: statisticamente, se ne vedono uno ogni tre anni e uno mortale ogni 20 anni.

L’ultimo attacco mortale in Nuova Zelanda risale al 2009, quando un canoista è stato azzannato da un grande squalo bianco presso la penisola di Coromandel, ma non è escluso che l’uomo fosse già annegato prima dell’attacco. Lo scorso anno sono si sono verificati 11 attacchi mortali di squali, di cui tre in Australia.

Riportiamo in basso gli attacchi di squali all’uomo nel mese di marzo dello scorso anno.

GLI ATTACCHI DEL MESE DI MARZO 2012

31 Marzo 2012
Luogo: Stratham Beach, Western Australia
Vittima: Peter Kurmann, M, 33 anni
Specie di squalo: —
La vittima stava facendo immersioni all’alba insieme ad un amico, rimasto illeso, sulla costa a sud di Stratham, a circa 200 chilometri da Perth. “È stato aggredito da uno squalo. L’amico sta bene, ma per lui non c’è stato nulla da fare”, ha detto un portavoce della polizia locale, senza fornire ulteriori dettagli sulle circostanze dell’attacco.
L’incidente avviene dieci giorni dopo che un surfista australiano era rimasto gravemente ferito da uno squalo sulla costa orientale, al largo della Gold Coast. Alla fine dell’anno scorso c’erano stati tre attacchi letali di squali lungo le coste occidentali dell’Australia, che avevano indotto le autorità ad avviare una caccia lungo le aree costiere.

24 Marzo 2012
Luogo: New Smyrna Beach, Volusia County. Florida
Vittima: Joey Coppola, M, 21 anni, surfista
Specie di squalo: —
L’attacco è avvenuto mentre la vittima stava facendo surf, alle ore 02.00 p.m. locali. Alcuni testimoni hanno riferito di aver visto uno squalo di 4 – 5 piedi (1.2 – 1.5 metri). New Smyrna Beach è un luogo gia noto, poiché in passato sono stati documentati altri attacchi, soprattutto il mese di marzo, quando l’acqua raggiunge una temperatura tale da dar vita alla massiva migrazione di molte specie di squali lungo la fascia costiera, verso nord.

20 Marzo 2012
Luogo: Nobby Beach, Gold Coast, Australia
Vittima: Billy O’Leary, surfista
Specie di squalo: bull shark (Carcharhinus leucas)
L’attacco è avvenuto il 20 marzo, alle ore 5.05 pm, a circa 150 metri dalla Gold Coast, in Australia. La vittima è stata morsicata a livello dell’anca. Subito soccorso, il surfista è stato medicato e ricoverato presso la locale struttura sanitaria, in buone condizioni di salute.

15 Marzo 2012
Luogo: Jensen Beach, Florida, USA
Vittima: surfista
Specie di squalo: bull shark (Carcharhinus leucas)
L’attacco è avvenuto il 15 Marzo alle ore 3.50 pm. La vittima è stata morsicata più volte ma mai in modo grave.

14 Marzo 2012
Luogo: New Smyrna Beach, Florida, USA
Vittime: due surfisti, di 17 e 15 anni
Specie di squalo: non identificata
L’attacco è avvenuto il 14 Marzo e ha coinvolto due adolescenti, attaccati a 5 minuti di distanza l’uno dall’altro. Subito dopo la spiaggia è stata chiusa per circa mezzo miglio dal luogo dell’attacco. Sydney Levy, di 15 anni, è stata morsicata al piede sinistro, mentre Nick Romano, di 17 anni, è stato morsicato al polpaccio. Si tratta del primo caso di aggressione documentato quest’anno presso la New Smyrna Beach.

06 Marzo 2012
Luogo: Opunake, Taranaki coast, Nuova Zelanda.
Vittima: surfista
Specie di squalo: non identificata
L’attacco è avvenuto il 6 Marzo alle 7.00 pm. a 100 metri dalla costa. Il surfista è stato morsicato alla base del polpaccio sinstro e ha riportato 10 lacerazioni ravvicinate profonde ognuna circa 2 cm.

06 Marzo 2012
Luogo: Acquario di Melbourne, Australia
Vittima: diver
Specie di squalo: tawny nurse shark (Nebrius ferrugineus)
La vittima è una giovane donna di 30 anni, aggredita al volto durante una normale sessione in vasca, mentre stava dispensando il cibo agli squali. La donna ha riportato tre lacerazioni alla bocca. Nella stessa struttura sono gia tre gli incidenti documentati; oltre a quest’ultimo, altri due sub sono stati attaccati a maggio e a gennaio 2011.

06 Marzo 2012
Luogo: mar Rosso
Vittima: kite boarder
Specie di squalo: non identificata
La vittima, Jan Lisewski, un polacco di 42 anni famoso per aver attraversato in kite il mar Baltico, stava attraversando il mar Rosso dall’Egitto sino all’Arabia Saudita. Causa mancanza di vento, a circa 60 Km dal traguardo, è rimasto in balia delle onde per quasi due notti, quando è stato attaccato da uno squalo di lunghezza compresa tra i 2.5 e i 6 metri [testimonianza di Jan Lisewski], forse attratto dai colori della vela. Dopo l’sos, Lisewski, che non ha riportato ferite, è stato raggiunto dalla Guardia Costiera saudita in circa 40 ore.

05 Marzo 2012
Luogo: Playalinda Beach, Brevard County Florida, USA
Vittima: kite boarder
Specie di squalo: non identificata
La vittima, Justin Worrall, di 19 anni, è stata attaccata durante una sessione di kite. Ha riportato lacerazioni al piede e al polpaccio sinistro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui