CONDIVIDI

La pinna nobilis conosciuta con il nome di nacchera e’ stata sradicata da un turista piemontese.

Un turista piemontese di Alessandria in vacanza a Villasimius in Sardegna e’ stato denunciato dalla guardia costiera per avere raccolto un esemplare di Pinna Nobilis della lunghezza di circa 50cm. La pinna nobilis oltre ad essere specie protetta e’ un importante indicatore ambientale per dell’inquinamento marino e nucleare alla Maddalena.

È inserita negli allegati della Direttiva 92/43/CEE (Direttiva Habitat) dell’Unione europea e nei successivi aggiornamenti Direttiva 2006/105/CE, elencata nell’Allegato IV – Specie animali e vegetali di interesse comunitario che richiedono una protezione rigorosa e perciò ne è vietata la raccolta se non per scopi scientifici.

Un controllo della Guardia Costiera ha cosi permesso di cogliere sul fatto il turista che aveva lasciato l’esemplare all’interno di un secchiello con dell’acqua di mare. Dopo aver accertato che l’esemplare fosse ancora vivo la Guardia Costiera coadiuvato dagli operatori dell’Area Marina Protetta hanno riportato la Pinna nobilis in mare ripiantandola nei pressi di una prateria di Posidonia.

Il turista che ha dichiarato di non essere al corrente del divieto di prelevamento oltre ad una sanzione amministrativa e’ stato segnalato all’autorità giudiziaria.
Le popolazioni di Pinna nobilis si sono ridotte negli ultimi 50 anni a causa dei collezionisti e del mercato nero che gira attorno alle specie protette.
Fonte: sardegnainblog.it

Fonte: Unionesarda.it

2 Commenti

  1. Ho avvisastato tre pinne nobiliari , vorrei segnalare la loro presenza a chi di dovere per proteggerle, a chi posso rivolgermi?

    • Salve, le pinne nobilis sono protette. Non c’e’ alcun bisogno di rivolgersi alle autorità. Sarebbe opportuno non comunicare il luogo per evitare che qualche sub posa estirparle. Solo in questo caso bisogna far intervenire le autorità. Per il resto bisogna soltanto lasciarle vivere nel loro ambiente come si fa per altre specie marine sia quelle sottoposte a protezione che non. E’ sicuro comunque che si tratti della pinna nobilis e non della pinna ridis specie simile ma non protetta?

      Cordialmente

LASCIA UN COMMENTO