PESCA ESTREMA : GLI EQUILIBRISTI DEL MEKONG

Il Giornale dei MARINAI La pesca professionalePESCA ESTREMA : GLI EQUILIBRISTI DEL MEKONG
0
(0)

PESCA ESTREMA : La pesca di pesci d’acqua sul fiume Mekong è stata una grande risorsa. Adesso i pescatori Mekong rischiano la vita ogni giorno per sfamare la famiglia.

PESCA ESTREMA : GLI EQUILIBRISTI DEL MEKONG – Si Phan Don è una ramificazione di isole tra Cambogia, Thailandia, Birmania, Cina e Vietnam.

Nessun accesso al mare ma soltanto le acque del Mekong che scorrono con forza e violenza by-passando colline e accumuli di rocce che bloccano il suo scorrere. Il delta del Mekong è un affascinante piccolo arcipelago fatto da isole verdi spesso isolate a causa di forti variazioni stagionali della portata e la presenza di rapide e cascate ne rendono difficoltosa la navigazione. La zona costiera della Provincia di Kien Giang nel 2006 è stata riconosciuta riserva della biosfera dall’UNESCO

PESCA ESTREMA : GLI EQUILIBRISTI DEL MEKONG

La pesca della giornata: dopo aver rischiato la vita il pescatore torna a casa con pochi pesci che basteranno a sfmarare la famiglia

Poco prima del confine con la Cambogia, nell’estremo Sud del Laos, una barriera naturale ha dato vita ad una delle più belle cascate al mondo.  Le cascate di Khone, sul Mekong, hanno affascinato gli europei per secoli: fin da quando i primi avventurieri francesi tentarono di risalire in nave il grande fiume indocinese dal delta fino alla Cina, nella speranza di farne una grande via commerciale. L’ostacolo si rivelarono proprio quelle cascate a monte di Phnom Penh, presso l’attuale confine tra Cambogia e Laos, dove il fiume si frammenta in numerosi bracci stretti e pieni di rapide che aggirano una miriade di isole piccole e grandi: non per nulla il luogo si chiama «mille isole», si-phan-don in lingua lao. Tra le due isole maggiori c’è anche quel salto tra i 20 e i 30 metri, le cascate di Khone. Oggi sulle «mille isole» arrivano ancora stranieri: ma solo per godersi le spiagge e la vista dei rari delfini dell’Irrawaddy che ancora popolano il Mekong.

pesca estrema: gli equilibristi del Mekong

Come equilibristi, salgono e scendono a piedi nudi su fusti di bamboo usati come scale.

pesca estrema: gli equilibristi del Mekong

E’ il retino la loro arma. Il pesce una volta deposte le uova è una cattura semplice: ma il vero problema è che i pesci sono scomparsi

Ma la forza delle acque è domata ogni giorno da un piccolo popolo di pescatori che abitano Khone Island. Uomini che vivono il Mekong, Uomini che resistono alla forza dei monsoni e che hanno trovato il modo per procurarsi le risorse, beffando il Mekong con pericolosi giochi di equilibrio.
Una danza su fragili ponti sospesi sul fiume, rocce sommerse schiaffeggiate continuamente da onde spumeggianti che catturano i pescatori estremi legati ad una corda per non farsi sopraffare  dalla forza dell’acqua. Ed un coltello sempre stretto tra i denti.
Pescatori agili come gatti che con eleganza si muovono sui ponti di bamboo come equilibristi. Un’arte che si impara da piccoli. A piedi nudi, facendo affidamento soltanto sull’equilibrio  i ragazzi imparano a saltare in acqua con in mano una sorta di retino per catturare i pesci del Mekong.
Rischiano la vita per meno di 6 dollari americani al giorno, le loro catture vengono poi vendute ai ristoratori che li cucinano per i turisti visitatori delle cascate. Purtroppo oggi questi pescatori stanno scomparendo, molti abbandonano i villaggi a causa dell’inquinamento da pesticidi  che sta pian piano distruggendo le risorse del fiume.

pesca estrema: gli equilibristi del Mekong

Passare il fiume da una parte all’altra non è certo una passeggiata

Oggi la loro pesca è sempre più povera, il pesce pescato a volte basta a malapena per sfamare le loro famiglie. E rischiano la vita ogni giorno per la sopravvivenza…

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Il granchio fantasma – Ocypode cursor
4 (2) Il granchio fantasma – Ocypode cursor è un piccolo granchio delle dimensioni massime
idrofono Monitoraggio acustico dei mammiferi marini
4 (1) I mammiferi marini, in particolare i membri dei due ordini Pinnipedi (foche) e
delfini drone I droni infastidiscono i delfini?
5 (1) Oggi sempre più droni sono utilizzati per riprendere immagini, fare foto, monitorare ma
Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (6) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino