Home Organismi marini I pesci del Mediterraneo Opah opah: il pesce Re

Opah opah: il pesce Re

552
0
Lampris guttatus, pesce re, opah opah


Il pesce Re conosciuto anche con il nome di Opah  è un pesce cosmopolita diffuso in tutti i mari temperati e tropicali. In Italia è è presente anche se raro. Questo pesce è stato catturato da pescatori sportivi in Italia che ne sono rimasti ammaliati dai colori appariscenti e le sue forme che ricordano vagamente il pesce luna.

Il pesce Opah opah appartiene alla specie Lampris guttatus. E’ un pesce che conduce vita pelagica ma lo si può incontrare sino a 500 metri di profondità.

Corpo compresso e colori vivaci il pesce Re è facilmente riconoscibile. Non possiede denti e la linea laterale scende bruscamente dietro la testa. Possiede un’unica pinna dorsale di forma triangolare e la pinna caudale è forcuta

pesce-re-Lampris-guttatus Opah opah: il pesce ReIl colore del pesce Re è rosso con fianchi tendenti al blu e diverse macchie chiare.

Dimensioni del pesce Re

Il pesce Re puo’ arrivare a pesare sino a 100 Kg e raggiungere i 2 metri di lunghezza. Un parente prossimo del pesce Re estinto della specie Megalampris keyesi vissuto nell’Oligocene sembra raggiungesse i 4 metri di lunghezza ed il peso di circa 1000 Kg.

Cosa mangia il pesce Re

Si nutre prevalentemente di calamari, meduse o piccoli pesci

La curiosità pesce omeoterma

Il pesce Re Opah riesce a mantenere una temperatura costante indipendentemente dalla temperatura esterna dell’acqua. Un pesce omeoterma che viene catturato anche se raramente con palamiti.

opah-opah-pesce-re Opah opah: il pesce ReIl pesce Re è un pesce rapido, anche se la forma non lo farebbe pensare. Si tratta di un predatore veloce e scaltro che sfrutta appunto la temperatura del corpo per compiere scatti rapidi e catturare le sue prede. Questa capacità termica certo non tipica dei pesci è attivata da una fitta rete di capillari presente nelle branchie chiamata rete mirabile.

Grazie alla rete mirabile il pesce Re riscalda il corpo a differenza di squali e e tonni che invece riescono a scaldare i muscoli e mantenere il resto del corpo freddo.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui