Come preparare la pasta con i ricci di mare

Tipicamente sicula la  pasta con i ricci di mare è una tradizione della cucina dell’isola. Questa pasta infatti esalta i sapori del mare rendendo il piatto  piacevole e gustoso.Un piatto semplice che non ha bisogno di tanti ingredienti. Per il suo sapore prettamente marino si potrebbe dire che è la vera pasta con il mare.

Gli spaghetti ai ricci di mare

Ricci di mare le gonadi per la pasta
Potete notare nella foto le gonadi che raccolgono le uova al suo interno.
Ricci di mare
Mai piu’ di 50 ricci pescati per persona, ma le regole cambiano in base alle regioni.

Naturalmente reperire i ricci non è semplicissimo, nelle città del Sud Italia è facile trovarli nei banchi del pesce dei mercati, o addirittura agli angoli delle strade (come a Palermo). I ricci una volta raccolti devono essere aperti, le uova di colore arancione (contenute in 5 gonadi) saranno separate dal resto dell’animale e messe in una ciotolina. Si trovano ormai anche in scatola in tutti i supermercati.  Potete anche raccogliere i ricci direttamente in mare, facendo qualche metro di apnea su fondali rocciosi è facile reperirli. La legge fissa il massimo pescabile consentito in 50 esemplari, esclusivamente in apnea. Se non avete mai pescato i ricci, non saprete che non tutte le specie sono utili per preparare questo piatto. Bisogna raccogliere esclusivamente i ricci della specie Paracentrotus lividus erroneamente chiamato riccio femmina. Quello che invece si conosce come riccio maschio è invece un’altra specie, Arbacia lixula, che non viene utilizzato per la pasta con i ricci. Per riconoscere il Paracentrotus lividus osservate la colorazione che può essere delle varie sfumature del viola, del marrone e del verdastro, spesso questo riccio si protegge dal sole caricando sul suo esoscheletro dei piccoli sassolini o delle alghe. L’arbacia lixula ha un colore invece tipicamente scuro sulle tonalità del nero.

Ps. Non comprate mai i ricci dai venditori abusivi.

La pasta con i ricci: la ricetta per quattro persone

Spaghetti ai ricci di mare

400 grammi di spaghetti
50 ricci di mare
2 spicchi d’aglio
Olio extravergine d’oliva
½ bicchiere di vino bianco
sale, pepe bianco macinato al momento q.b.
un mazzetto di prezzemolo.

Procedimento per gli spaghetti ai ricci di mare

pasta con i ricciUna volta recuperate le uova e messe in una ciotolina, soffriggete aglio e olio in un tegamino. Fate bollire la pentola dove poi verranno messi a cuocere gli spaghetti. Fate raffreddare l’olio, lessate gli spaghetti e unite in una grande zuppiera pasta e soffritto, mescolate per bene e aggiugete la ciotolina con le uova dei ricci. Aggiungete una manciata di pepe e de prezzemolo tritato.

 

2 Commenti

  1. AL PERSONAGGIO CHE AH DETTO CHE LE DUE SPECCIE DI RICCI SONO DIVERSE DI FARSI UN CORSO ACCELERATO DI BIOLOGIA…I RICCI SONO ERMAFRODITI…IL COSIDETTO MASCHIO A IL CARAPACE PICCOLO NERO A GLI ACCULEI LUNGHI.IL COSIDETTO FEMMINA CARAPACE BENPIU GROSSO X IL MANTENIMENTO DELLE UOVA SI TROVA DI VARI COLORI E PORTA GLI ACCULEI PIU CORTI. E NON SI METTE ADDOSSO NE SASSI E ERBACCE STRANE PERCHE VIVE E PASCOLA NELLE PRATERIE DI POSSIDONIA (LA NOTE PASCOLA DI GIORNO SI MIMETIZZA NELLA POSSIDONIA)..ARRIVEDERCI.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui