Hemingway: la pesca al marlin, il pilar e il suo daiquiri

Il Giornale dei MARINAI Pesca sportivaHemingway: la pesca al marlin, il pilar e il suo daiquiri
3.7
(3)

Era un gran bugiardo Ernest Hemingway. Tra daiquiri e presunzione, tra battute di pesca e safari.  Una vita vissuta, raccontata, e poi infine ricordata.

Hemingway a pesca

La sua casa alla fine è stata l’isola di Cuba, dove tornava a trovare (forse) il vero amore della sua vita: Il Pilar.

Se pensate di conoscere l’uomo nell’immagine in alto non vi state sbagliando, è proprio lui: Ernest Hemingway, il Capitan Ernest Hemingway. Uno dei più grandi scrittori del secolo scorso. Una penna che ci ha trasportato in pericolose avventure ma anche in tristi racconti, per mare e per terra, dal Mexico, all’Italia, dalla Spagna all’Isola di Cuba. Un uomo che nella sua vita è riuscito a fare e disfare, partire, viaggiare e poi ritornare. La sua casa alla fine è stata l’isola di Cuba, dove tornava a trovare (forse) il vero amore della sua vita: Il Pilar. Una barca a motore di 12 metri, varata nell’aprile del 1934, pagata da Hemingway ai tempi ben 7495 dollari.  L’imbarcazione nata dai cantieri Wheeler Shipbuilding di Brooklyn fu inaugurata subito con un viaggio da Miami sino a Cuba

hemingway a pesca

“Il Pilar non fu soltanto barca da pesca, si trasformò anche in nave da ricerca scientifica e in seguito nave spia per intercettare gli U-Boat tedeschi nelle acque dei Caraibi.”

Su quella barca sono nati i suoi romanzi, sono stati pescati pesci e venivano fatte delle gran bevute a forza di daiquiri. L’incallito pescatore Hemingway, navigò col Pilar dalle Isole Marchesi sino a Cuba, andò sino alle isole Bimini, sempre con l’intenzione di catturare il più grosso marlin mai pescato sino ad allora. Il pilar era una barca attrezzata per la pesca, pozzetti frigo, sedili da combattimento, flying bridge e tutta una strumentazione che ai quei tempi era veramente all’avanguardia.

In un primo tempo Hemingway diede un contributo importante alle scienze marine ospitando sul Pilar Charles Cadwalader il direttore dell’accademia di Storia Naturale di Philadelphia con cui cercò di determinare la tassonomia delle specie di Marlin Atlantico.Il Pilar e la pesca furono il vero motivo che portava Hemingway sull’isola di Cuba. Le battute ai marlin e ai tonni giganti diventavano sempre più frequenti già alla fine degli anni trenta. Cominciò cosi una vera sfida per lo scrittore, il quale cercò di specializzarsi sempre più nella ricerca dei grandi pelagici. Hemingway non amava aspettare il pesce, lui lo andava a cercare. Per questo motivo aveva acquistato un’imbarcazione potente e veloce, una barca che gli permetteva di compiere ampi spostamenti in tempi brevi.

La Thompson Sub-Machine Gun (azienda di Mitragliatrici) divenne successivamente lo “sponsor tecnico” di Hemingway, che dopo aver cacciato i marlin per il lungo e per il largo, perfezionò la tecnica della pesca al tonno. E infatti, Hemingway fu il primo a catturare un tonno gigante non attaccato da squali. Riuscì a combatterlo ed a salparlo intero, cosa che gli permise di entrare dalla porta principale nella storia della pesca sportiva. Furono queste alcune delle avventure affrontate da Hemingway, che lo portarono successivamente a scrivere uno dei più bei romanzi del ‘900 : The Old Man and the Sea.

https://www.youtube.com/watch?v=_MPHPgJmH9g

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 3.7 / 5. Conteggio voti: 3

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal