Halloween fish

Il Giornale dei MARINAI Curiosità sul mareHalloween fish
3
(1)

Halloween fish –  mostri dell’oceano

Se siete amanti del mare e delle sue creature, probabilmente avete familiarità con alcuni  pesci-mostro dell’oceano. Pesci dall’aspetto orribile e pauroso, che con le loro esche luminose ingannano la loro preda. Vi mostriamo una carrellata dei pesci più spaventosi ed orribili  che vivono gli abissi. Un modo per festeggiare Halloween insieme in fondo al mare.

halloween fish

Il Psychrolutes marcidus, conosciuto comunemente come pesce blob, è un pesce appartenente alla famiglia Psychrolutidae

wolffish1_1

Anarhichas lupus, conosciuto anche come pesce lupo è un pesce osseo appartenente alla famiglia degli Anarhichadidae.

halloween fish

Argyropelecus hemigymnus o ascia d’argento è diffuso nell’Oceano Atlantico e nel mar Mediterraneo. Vive a grandi profondità, fino a 3000 m ed ha abitudini pelagiche.

 

Halloween fish

I pesci pipistrello dalla labbra rosse (Ogcocephalus porrectus), sono chiamati cosi per avere la bocca truccata come se dovessero andare ad una festa in maschera.

halloween fish

Uranoscopus scaber o pesce prete, è un pesce molto diffuso in Mediterraneo, soprattutto in ambienti sabbiosi tra i 20 e i 100 metri di profondità.

Il “Testa di serpente rosso”, chiamato anche “Testa di serpente gigante”, è la seconda specie più grande della famiglia Channidae e una delle specie d’acqua dolce più grandi allevate in acquario!

Il “Testa di serpente rosso”, chiamato anche “Testa di serpente gigante”, è la seconda specie più grande della famiglia Channidae e una delle specie d’acqua dolce più grandi allevate in acquario!

Dall’aspetto mostruosamente inquietante, questo pesce è conosciuto anche con il nome di fangtooth. Vive sia in acque calde che fredde, tra i 200 e i 2000 metri di profondità. Pur raggiungendo la lunghezza massima di 18 cm, il pesce è caratterizzato da mascelle e denti enormi, eccessivamente grandi rispetto al resto del corpo? Ciò che lo include nel novero dei pesci strani? Oltre all’aspetto terrificante, l’Anoplogaster è l’unico tra i pesci degli abissi a non poter chiudere mai completamente la bocca.

Dall’aspetto mostruosamente inquietante, questo pesce è conosciuto anche con il nome di fangtooth. Vive sia in acque calde che fredde, tra i 200 e i 2000 metri di profondità. Pur raggiungendo la lunghezza massima di 18 cm, il pesce è caratterizzato da mascelle e denti enormi, eccessivamente grandi rispetto al resto del corpo? Ciò che lo include nel novero dei pesci strani? Oltre all’aspetto terrificante, l’Anoplogaster è l’unico tra i pesci degli abissi a non poter chiudere mai completamente la bocca.

Chiudiamo la rassegna dei pesci strani abitanti degli abissi con il pesce mandibola. Già dal nome, intuiamo subito quale sia la caratteristica peculiare di questo pesce. Pur essendo di piccole dimensioni, il pesce è caratterizzato da una mandibola enorme, senza articolazioni, completamente unita alla lingua e al tronco, ma non al cranio. Privo di scaglie, il pesce mandibola – spesso – si ciba di prede grandi anche la metà del suo stesso corpo. Caratteristici, mostruosi o dalle fattezze buffe, i pesci degli abissi sono creature affascinanti e misteriose: difficili da incontrare, a causa delle profondità in cui vivono, questi pesci strani hanno il merito di aver saputo sfidare le leggi di natura e lottare per la sopravvivenza.

Chiudiamo la rassegna dei pesci strani  con il pesce mandibola. Già dal nome, intuiamo subito quale sia la caratteristica peculiare di questo pesce. Pur essendo di piccole dimensioni, il pesce è caratterizzato da una mandibola enorme, senza articolazioni, completamente unita alla lingua e al tronco, ma non al cranio. Privo di scaglie, il pesce mandibola – spesso – si ciba di prede grandi anche la metà del suo stesso corpo.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 3 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Iscriviti alla newsletter del GDM

 

Loading
Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Primo avvistamento di squalo balena in Mediterraneo
3.9 (36) Una notizia che sprima o poi sarebbe arrivata, uno squalo balena è entrato
spada israele cavalieri crociate templari Un subacqueo israeliano trova una spada appartenuta ad un crociato
3.7 (7) Un subacqueo israeliano ha scoperto una spada ancora intatta appartenuta a un cavaliere
Abusi nel campo della miticoltura: scattata all’alba l’operazione “Oro di Taranto”.
4.1 (17) Continua, senza sosta, l’attività della Guardia costiera di Taranto, delle Autorità locali e
plancton Il cambiamento climatico influenzerà negativamente le comunità planctoniche
5 (1) Le simulazioni suggeriscono che le interazioni tra le comunità di plancton (la miriade
Studio: 3.760 tonnellate di plastica ricoprono il Mar Mediterraneo
3.8 (4) Circa 3.760 tonnellate di plastica galleggiano attualmente sulla superficie del Mar Mediterraneo, una
Intensa attività di recupero di piccole tartarughe marine moribonde in Emilia Romagna e Marche.
3.7 (3) Le scorse settimane hanno visto un intensificarsi delle attività di recupero lungo le