• Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Pesca sportiva
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti
  • Tempo di lettura:4 minuti di lettura
  • Ultima modifica dell'articolo:29 Marzo 2022

Siamo quasi in primavera. Le acque cominciano pian piano a riscaldarsi ed i pesci si avvicinano alla costa. E’ anche il momento in cui le nostre prede si preparano alla riproduzione e con frenesia cercano le zone ed i partner migliori per accoppiarsi. Il mese di marzo ha due momenti differenti, i primi giorni del mese sono molto freddi e la temperatura dell’acqua raggiunge il minimo stagionale. Il mare infatti ha perso tutto il calore accumulato nei mesi caldi. E’ solo dopo le prime 3 settimane che il sole comincia a scaldare le acque ed i pesci cominciano ad arrivare sotto costa. Ritornano le orate, quelle belle, le mormore, la spigola invece come il cefalo sono rimasti sempre presenti. é il momento di pescare a spinning con top water e casting jig.

la pesca in scaduta a marzo

Con il mare agitato si cercano le spigole a spinning

La pesca nei porti a marzo da buoni risultati con il bigattino e con i filetti di sardina. Le salpe, le spigole e le occhiate si catturano bene a bolognese. La pesca a fondo invece ci permette di catturare ancora qualche scorfano, i gronchi e naturalmente le orate.

Marzo è anche il momento per la pesca ai serra. Sia dalla barca a traina che con il trancio di sarda da terra, le possibilità di catturare i serra aumentano.

Surfcasting a marzo

Il surfcasting è naturalmente una tecnica da praticare in questi periodo sia per le mormore che per le orate. Da preferire esche come verme di rimini, granchi, bibi e se possibile i paguri.

Pescare a marzo dalla barca

Il mese di marzo è il miglior periodo per i grossi pagelli

Nel mese di marzo i grandi predatori come le ricciole cominciano a frequentare acque meno profonde. In questo periodo si possono cercare le ricciole con il vivo a profondità minori. A traina con artificiali ci sono ancora le palamite da catturare e con un pò di fortuna si possono catturare a fondo i dentici che sono molto aggressivi perchè in periodo di riproduzione (difficilmente dal resto dell’anno dove si pescano principalmente con il vivo). A bolentino si pescano ancora i bei pagelli e i pagri di taglia senza dimenticare i saraghi e le belle orate al tenya.

Pronti per la stagione

Dalla fine di marzo comincia la stagione per la pesca in mare. Si possono cominciare a preparare le barche e a lucidare le attrezzature per una nuova stagione di pesca.

Marcello Guadagnino

Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento