Cosa pescare in mare a febbraio

Mese freddo ma ricco di pesci. Nel mese di febbraio in mare si possono praticare diverse tecniche e pescare diverse specie. Se le orate ancora non sono abbondanti ci sono sicuramente le mormore da pescare a surfcasting soprattutto in scaduta. Febbraio come tutti i mesi freddi è ideale per la pesca eging: seppie, calamari e polpi sia dal bordo che dalla barca. Pescati con gli artificiali, in questo periodo i cefalopodi si avvicinano alla costa per prepararsi alla riproduzione che avverrà in primavera.

Febbraio il mese delle spigole

La spigola, la regina d’inverno !

I predatori come le spigole vanno alla ricerca di cibo sotto costa. E’ il momento per insediarle a spinning con artificiali top water o con artificiali siliconici con teste piombate. E’ bene cercarle nelle foci dei fiumi dove risalgono per cercare i cefali ed altri piccoli pesci.

Dalla barca a febbraio si pescano principalmente pagelli e pagri. E’ il momento per le grosse prede. Ideale in questo momento pescarli al tenya o con i kabura. Non mancano dalla barca i saraghi ed i pesci san Pietro.

A traina si possono cercare le ricciole, i dentici invece sono più difficili da catturare in questo periodo.

La pesca da terra a febbraio

La pesca in mare a febbraio non si ferma, anzi. Anche si il freddo tende a tenerci a casa si possono fare delle belle pescate anche da terra. La pesca nei porti a bolognese è ottima ancora per catturare la spigola ed i saraghi (che in genere rimangono stanziali, ma poi si possono ancora pescare i cefali con la canna fissa o ancora a feeder).

Un’altra tecnica ottima in questo periodo è la pesca dei saraghi dalle scogliere. Una tecnica da praticare durante le scadute alla ricerca dei saragoni che cercano tra la schiuma il nutrimento. Una buona pasturazione e l’uso del formaggio (utilizzato come esca o mescolato in pastura) può darci una grossa mano.

Da terra la pesca a spinning può dare ancora delle belle soddisfazioni. Provate a pescare con dei piccoli casting jig alla ricerca di palamite e piccoli pelagici

La pesca d’inverno, in particolare nel mese di febbraio può sembrare difficile, ma con le buone tecniche e le buone esche è possibile tornare a casa “scappottati”.

la pesca da terra dai moli
la pesca dai moli
  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Pesca sportiva
  • Commenti dell'articolo:1 commento
  • Tempo di lettura:4 minuti di lettura
  • Ultima modifica dell'articolo:13 Febbraio 2021

Marcello Guadagnino

Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Questo articolo ha un commento

  1. Natalia

    Il tempo per cliccaresulle stelle di valutazione è troppo veloce e non si fa in tempo a cliccare più di una. Grazie per gli articoli.