Siluro mangia topi. La scienza: non è casualità

Non e’ una casualita’ che i pesci gatto mangino i topi. La scienza conferma che fanno parte della loro dieta.

I siluri, hanno una dieta aspecifica. Riescono a cibarsi di tutto ciò che possa essere commestibile. Da germani reali a piccoli cigni sino a pesci e topi. Dei ricercatori australiani hanno dimostrato che la specie Neoarius graeffei, un pesce gatto che vive tra le acque dell’ Ashburton River, in Australia si nutre regolarmente di topi. Dopo aver catturato 18 pesci, gli scienziati hanno effettuato analisi quali biometrie e contenuti stomacali delle catture. I risultati delle analisi parlano chiaro: 10 pesci su 18 avevano ingerito i piccoli roditori che rappresentavano circa il 95% del contenuto totale dello stomaco. Soprattutto duranti le stagioni aride, i pesci gatto andrebbero alla ricerca di piccoli roditori, che costituisco una risorsa d’energia importante in un ambiente difficile. I ricercatori hanno reso pubblico il lavoro effettuato pubblicando i risultati sulla rivista scientifica Journal of Arid Environment.

Un comportamento opportunista

Ma come fanno i pesci gatto a catturare i piccoli roditori? A questa domanda i ricercatori non hanno trovato ancora una vera risposta. Sebbene e’ gia’ stato studiato come i siluri riescano a catturare i piccioni, l’ipotesi piu’ probabile e’ che i pesci gatto catturino i topi di notte. Per le due specie, entrambe notturne, la possibilità di un incontro e’ reale. I topi potrebbero andare a cercare il cibo molto vicino all’acqua o addirittura entrarvi e nuotare divenendo facili prede dei pesci gatto.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *