La differenza tra totani e calamari

Il Giornale dei MARINAI Pesca e alimentazioneLa differenza tra totani e calamari
4.1
(22)

Totani e calamari sono due cefalopodi simili che si differenziano per delle caratteristiche ben particolari. Vediamo come riconoscerli e quali sono queste differenze.

Spesso in pescheria ci troviamo nel dubbio: quali sono i totani e quali i calamari? Una domanda che e’ bene porsi soprattutto quando ci troviamo davanti a pescivendoli disonesti che vogliono far passare i totani (o todari) per i più pregiati calamari.

Come distinguere un totano da un calamaro

Per di distinguere e riconoscere calamari e totani la prima differenza da osservare e’ sicuramente la coda. Queste due pinnette, dette anche ali, si distinguono dalla forma e dalla dimensione. Il calamaro ha due piccole alette che si dipartono dall’estremità del corpo sino ad arrivare a circa 3/4 del corpo. Il totano invece presenta una pinna  che all’apice della coda forma un triangolo. Nel totano tali alette non si dipartono sino al corpo ma ne rimangono separate.

Le differenze tra calamari e totani

Un’altra differenza tra totani e calamari sta nei tentacoli. Entrambi ne hanno ben 10, ma il totano presenta delle caratteristiche peculiari a livello di tali appendici. Infatti due tentacoli risultano più lunghi. Entrambe le specie sui tentacoli presentano delle ventose ma il totano può anche contare su un paio di “uncini” utili ad afferrare la preda nell’oscurità abissale. Il calamaro invece non ha tali uncini.

Calamaro (Loligo vulgaris)

10 tentacoli di cui 2 più lunghi e ricoperti da più file di ventose. Il calamaro è di colore rosa trasparente con venature rosse. Raggiunge i 30-50cm.

Nel calamaro due alette si dipartono dall’estremità caudale ed arrivano sino a 3/4 del corpo.

Totano (Todarodes sagittatus)

Il totano ha all’apice della coda una pinna di forma triangolare. Queste alette non si dipartono sino al corpo ma rimangono separate.

Il totano ha degli uncini sui tentacoli che utilizza per afferrare la preda. La coda ha una forma triangolare.

Il colore dei totani e dei calamari

Il calamaro varia le tonalità del suo corpo dal grigio al rosa mentre il totano dal bianco al rossiccio.

Le dimensioni dei due cefalopodi

Se i calamari della specie l. vulgaris non superano quasi mai i 40 cm, il totano invece può crescere sino ai 15/20 Kg e superare il metro di lunghezza.

La differenza tra totani e calamari

Calamari e totani al mercato

Specie differenti, prezzi differenti. Se il totano fresco al mercato ha un prezzo che difficilmente supera gli 8/10 euro al Kg (il mercato di riferimento di San Benedetto del Tronto all’ingrosso infatti lo posiziona con un prezzo medio di 5,5 euro al Kg) per il calamaro il prezzo sale. Infatti il prezzo dei calamari freschi in Italia puo’ oscillare tra i  20 ed i 30 al Kg con eccezioni naturalmente.

Al contrario i calamari congelati di provenienza estera non supera i 9 euro al Kg ed i totani invece si possono acquistare tra i 2 ed i 5 euro al Kg.

Calamari e totani a tavola

Una delle principali differenze tra calamari e totani si ha a tavola  e dirci tutto sono il gusto e la qualità delle carni. Il calamaro, specie più pregiata, ha delle carni più morbide che ne giustificano un prezzo piu’ alto. Le carni del totano invece sono più dure e spesso gommose.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 4.1 / 5. Conteggio voti: 22

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

4 thoughts on “La differenza tra totani e calamari”

  1. Agostino ha detto:

    Solo una curiosità in Liguria, specie Genova, il calamaro è chiamato totano ed il torano è chiamato calamaro; ulteriore differenza il calamaro ha una livrea più spessa e carnosa, mentre quella del totano “sottile” e mal si presta ad essere fritta.

    1. alessandro ha detto:

      Come richiamato da Agostino, spesso il totano viene chiamato impropriamente calamaro.
      Qui in Toscana, quando si esce in barca, si dice “si va a totanare”: in realta vengono spescati i calamari.

      1. Marcello Guadagnino ha detto:

        Salve Alessandro,
        Il termine totanara è infatti utilizzato per gli artificiali per la pesca ai cefalopodi.
        E’ un errore abbastanza comune in tutta italia.
        Grazie del commento
        Marcello

  2. Elvio ha detto:

    Il calamaro ha le ali lungo il corpo , il titano solo all’inizio della testa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

delfini drone I droni infastidiscono i delfini?
5 (1) Oggi sempre più droni sono utilizzati per riprendere immagini, fare foto, monitorare ma
Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto