Crostacei e cefalopodi sono sensibili al dolore

Il Giornale dei MARINAI NewsCrostacei e cefalopodi sono sensibili al dolore
5
(4)

Uno studio britannico è riuscito a dimostrare l’esistenza di un circuito emotivo legato al dolore negli animali invertebrati, in particolare crostacei e cefalopodi. Questa è la prova che certe pratiche culinarie possono generare sofferenza in questi animali. Alcuni paesi hanno già iniziato a modificare il loro comportamento nei confronti di queste specie.

Ogni anno, durante le feste, sorge sempre la stessa domanda: “L’aragosta soffre quando la mettiamo in acqua bollente?”. Finalmente, uno studio da  una risposta a questa domanda. 

Tutto è nato da un disegno di legge britannico sul benessere degli animali, che poneva il problema della sofferenza dei crostacei in cucina spingendo la London School of Economics and Political Science  ad esaminare il dilemma.

Granchi, aragoste o polpi: animali dotati di sensibilità

Gli scienziati hanno utilizzato dei criteri per studiare la sensazione di dolore di questi animali. Percepibili nella maggior parte degli esseri viventi, sono considerati indicativi dell’esistenza di tale sensibilità in questi animali invertebrati (granchi, aragoste, gamberi, gamberi, polpi, calamari, seppie):

La ricerca ha cosi potuto dimostrare che i polpi sono tra gli animali,”estremamente sensibili”, i granchi sono “molto sensibili”, e le aragoste, i gamberi, i gamberi sembrano essere “moderatamente sensibili”. 

 Il rapporto dimostra che crostacei e cefalopodi devono essere considerati  “esseri sensibili alla sofferenza”; per il  governo britannico, questo è un argomento importante che giustifica la loro inclusione nella legge sul benessere degli animali. 

Volete mangiare un granchio stasera? Magari ci penserete due volte prima di buttarlo nell’acqua bollente. Una nuova ricerca mostra che i granchi non solo provano dolore, ma ricordano d’averlo provato.

Trattamenti migliori

Lo studio espone anche la natura non etica di alcune pratiche commerciali o culinarie attuali, come la scottatura o il blocco delle pinze con elastici. Di conseguenza, gli scienziati chiedono il loro divieto, quando è possibile un metodo alternativo, nonché la cessazione delle vendite a persone non capaci, al fine di evitare qualsiasi rischio di maltrattamento.

Per gli scienziati i due metodi per ridurre la sofferenza di questi anmali sono lo stordimento elettrico e la perforazione del guscio per arrivare al sistema nervoso centrale e mandarlo in black out.

Verso una consapevolezza globale

Già dal 2018 la Svizzera aveva preso posizione vietando la tecnica della scottatura senza stordimento dell’aragosta e il trasporto di crostacei a temperature sotto lo zero. Con questo studio, gli inglesi riesamineranno anche alcune procedure nella loro legislazione. ” Ora è chiaro che crostacei e molluschi possono provare dolore, quindi è giusto che siano coperti da questo atto legislativo essenziale”, ha detto al quotidiano The Guardians il ministro dell’Ambiente Zac Goldsmith .  

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 4

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Iscriviti alla newsletter del GDM

 

Loading
Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

OSSERVATA UNA RARA MEDUSA GIGANTE IN CALIFORNIA
4.3 (4) I ricercatori del Monterey Bay Aquarium Research Institute (MBARI) hanno osservato al largo
sorgenti-idrotermali Sorgenti idrotermali profonde : come prospera la vita a 400°
5 (2) La vita sulla terra è possibile grazie all’acqua, molti organismi sono capaci di
fatti-su-aragosta 26 Curiosità sulle aragoste
4.8 (5) Quanti tipi di aragoste esistono? Esistono al mondo ben 6 specie di aragoste
il-ciclo-vitale-del-pesce-spada Il ciclo vitale del pesce spada
4.4 (11) Il pesce spada (Xiphias gladius), il gladiatore del mare, un ottimo modo per
tonni e fenici Dallo stretto di Gibilterra alla Grecia. Il commercio del tonno in epoca fenicia
5 (6) V secolo AC, circa 2500 anni fa. Una nave fenicia sta salpando dall’area dell’attuale
Il ciclo vitale del tonno rosso
4.4 (22) Come una larva di 3 millimetri si trasforma in un gigante di 400