La differenza tra motore fuoribordo ed entrobordo

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email

La scelta tra un motore fuoribordo ed un motore entrobordo può essere difficile per chi si avvicina al mondo della nautica. Entrambi i motori hanno pro e contro e la scelta dipende dalle esigenze del navigatore.

In questo articolo, esploreremo le differenze tra i motori fuoribordo ed entrobordo, esaminando le loro caratteristiche, i vantaggi e gli svantaggi di entrambi, per aiutare i navigatori a scegliere il motore più adatto alle loro esigenze.

Cos’è un motore fuoribordo?

Un motore fuoribordo è un motore a combustione interna montato esternamente sullo specchio di poppa di una barca. Il motore è costituito da tre parti principali: il motore, la trasmissione e la propulsione. Il motore è montato su una staffa di supporto che consente di sollevare e abbassare il motore fuoribordo a seconda delle esigenze di velocità e di profondità.

I motori fuoribordo sono disponibili in diverse potenze e dimensioni, a seconda delle esigenze del navigatore e del tipo di barca su cui devono essere installati. Sono inoltre disponibili con differenti tipologie di alimentazione, come benzina, diesel elettricità.

Vantaggi del motore fuoribordo

Il principale vantaggio del motore fuoribordo è la sua portabilità. Il motore fuoribordo può essere rimosso e riposto in un luogo sicuro, come il garage o il magazzino, quando la barca non è in uso. Questa caratteristica rende anche più facile il trasporto della barca da un luogo all’altro.

I motori fuoribordo sono generalmente alimentati a benzina. Possono essere 2 tempi o 4 tempi. Hanno performance migliori dei motori entrobordo o entro fuoribordo e possono raggiungere velocità maggiori.

Svantaggi del motore fuoribordo

I consumi : anche se non è una regola generalizzata, il motore fuoribordo rispetto ad un entrobordo o ad un entrofuoribordo, a pari velocità di crociera il fuoribordo ha consumi più accentuati.

Cos’è un motore entrobordo?

Un motore entrobordo è un motore a combustione interna montato all’interno dello scafo della barca. Il motore è collegato alla trasmissione e alla propulsione tramite un sistema di alberi e giunti. La maggior parte dei motori entrobordo funzionano a diesel .

I motori entrobordo sono disponibili in diverse potenze e dimensioni, a seconda delle esigenze del navigatore e del tipo di barca su cui devono essere installati. Sono solitamente montati su barche a vela, gozzi e pescherecci.

Vantaggi del motore entrobordo

Uno dei principali vantaggi del motore entrobordo è che la sua posizione all’interno dello scafo della barca non limita lo spazio a bordo. Ciò consente di utilizzare ogni centimetro disponibile sul ponte della barca per creare spazi abitabili e funzionali.

Inoltre, i motori entrobordo sono generalmente più silenziosi dei motori fuoribordo. Ciò rende la navigazione più piacevole, specialmente in acque tranquille o vicino alle altre barche.

Un altro vantaggio del motore entrobordo è la sua maggiore efficienza. Grazie alla sua posizione interna, il motore entrobordo è in grado di generare una maggiore coppia rispetto al motore fuoribordo.

Svantaggi del motore entrobordo

Uno dei principali svantaggi del motore entrobordo è la sua maggiore complessità. A causa della sua posizione all’interno dello scafo della barca, il motore entrobordo è più difficile da raggiungere per la manutenzione o la sostituzione di parti danneggiate. Ciò significa che la riparazione del motore entrobordo può essere più costosa rispetto alla riparazione del motore fuoribordo.

Inoltre, i motori entrobordo richiedono una maggiore manutenzione rispetto ai motori fuoribordo. Ad esempio, i filtri del carburante devono essere sostituiti con maggiore frequenza per garantire un funzionamento ottimale del motore.

Cos’è un motore entro-fuoribordo?

Un motore entrofuoribordo, noto anche come motore I/O (Inboard/Outboard), è un tipo di motore marino che combina i vantaggi dei motori entrobordo e fuoribordo. In pratica, il motore è montato all’interno dello scafo della barca, ma la parte inferiore del motore, compreso l’albero dell’elica, si estende al di fuori dello scafo, come in un motore fuoribordo.

Ciò significa che il motore entrofuoribordo può essere utilizzato come motore principale della barca, con una capacità di potenza superiore a quella di un motore fuoribordo, ma anche come timone per la navigazione in acque poco profonde, grazie alla capacità di sollevare l’elica al di sopra del fondo.

Il motore entrofuoribordo offre anche alcuni vantaggi rispetto ai motori entrobordo tradizionali, come una maggiore efficienza e una migliore manovrabilità, grazie alla possibilità di orientare l’elica e di sterzare la barca con maggiore precisione.

Tuttavia, il motore entrofuoribordo può essere più costoso e difficile da mantenere rispetto ai motori fuoribordo tradizionali, a causa della necessità di accedere alla parte inferiore del motore attraverso il fondo della barca. Inoltre, può essere più difficile da installare rispetto ai motori fuoribordo, a causa delle dimensioni e del peso del motore stesso.

La scelta tra un motore fuoribordo ed un motore entrobordo dipende dalle esigenze del navigatore e dalle caratteristiche della barca. Se la portabilità e la semplicità di manutenzione sono importanti, un motore fuoribordo può essere la scelta migliore. Se invece si cerca maggiore efficienza e comfort di navigazione, un motore entrobordo potrebbe essere la soluzione giusta.

In ogni caso, è importante scegliere un motore di qualità, prodotto da un’azienda affidabile e con una buona reputazione nel settore della nautica. In questo modo, si può essere certi di acquistare un prodotto che garantisce prestazioni elevate e affidabilità nel tempo.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Pinterest
Email
Tags :

Lascia un commento

Ultimi articoli
Le schede degli organismi marini