060406-N-2385R-215 Yokosuka, Japan (April 6, 2006) Ð BoatswainÕs Mates 2nd Class John George, left, and Corey S. Masterson, right, throw a man overboard simulation device into the water as part of a search and rescue demonstration aboard the guided-missile cruiser USS Chancellorsville (CG 62). The demonstration was a part of the Chancellorsville friends and family day cruise. U.S. Navy photo by PhotographerÕs Mate 3rd Class Yesenia Rosas (RELEASED)


Ecco quali manovre affrontare in caso di uomo in mare.

Le manovre da affrontare in caso di uomo in mare sono semplici ma devono essere svolte con attenzione per evitare il peggio. La prima cosa da fare è mettere il motore in folle e cercare di allontanarlo dal lato di caduta (in maniera da evitare incidenti da elica). Gettare subito in mare il salvagente anulare e, se di notte, accompagnarlo da una boetta luminosa per segnalare il punto. Man_Overboard_ManoeverInvertire il senso di marcia e portare il timone a circa 70° in maniera tale da descrivere un arco completo chiamato Curva di Williamson sino ad avvicinare il naufrago sottovento (nel caso di grosse imbarcazioni bisognerà avvicinare l’uomo in mare sopravvento). All’arrivo mettere subito il motore in folle e recuperare il naufrago recuperando la cima del salvagente anulare.

Curva di Williamson

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui