Icosteus aenigmaticus


L’Icosteus aenigmaticus, un pesce di cui ancora si sa poco si è spiaggiato lungo le coste dell’Alaska.

L’Icosteus aenigmaticus vive nell’oceano Artico a profondità superiori ai 1200 metri. Difficile da studiare, questa specie rimane ancora misteriosa per la scienza e a confermarlo sarebbe anche il suo nome scientifico. “Quando sono andato sulla spiaggia per osservare il ritrovamento mi sono ritrovato davanti una specie che non avevo mai visto” raccconta il biologo marino Craig Murdoch.
L’esemplare è stato ritrovato sulla costa del parco nazionale di Glacier Bay da un pescatore. E’ il secondo caso di spiaggiamento di questa specie dopo quello avvenuto a giugno scorso. In entrambi i casi si trattava di femmine pronte a partorire.
ragfish Uno strano pesce scoperto sulle coste dell'Alaska ragfish_July1_2016_01_11 Uno strano pesce scoperto sulle coste dell'AlaskaAdulti e giovani hanno un aspetto così diverso tanto da essere scambiati, in passato, per due specie diverse, e così descritte.
I giovani presentano un corpo allungato e robusto, compresso ai fianchi, con testa piccola e profilo dorsale e ventrale prominenti e convessi. Le pinne sono robuste e arrotondate, la pinna dorsale e quella anale sono alte e ampie, le pinne ventrali sono piccole; la livrea giovanile ha fondo rosa-marroncino con piccole screziature nere semitrasparenti su dorso, testa e radice della pinna anale. Gli adulti sono più snelli, molto compressi ai fianchi, con corpo più allungato e profili più orizzontali, come una punta di lancia. Le pinne sono piccole, dorsale e anale sono sottili e basse. Il peduncolo caudale è più allungato, la pinna caudale a mezzaluna. Assenti le pinne ventrali e le scaglie. La livrea prevede un fondo rosato, più o meno scuro, con chiazze e aree color ruggine-bruno.
L’Icosteus aenigmaticus raggiunge una lunghezza massima di 213 cm.
Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui