Un bivalve considerato estinto ritrovato vivo in Pacifico

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email

Ad oggi la specie era considerata estinta e si conoscevano solo reperti fossili. Ma la piccola vongola è stata ritrovata viva e vegeta nella baia di Santa Barbara, in California.

La Cymatioa cooki  è un piccolo bivalve il cui guscio non supera i 10 mm. La specie è stata descritta grazie a reperti fossili risalenti al Pleistocene (da -2,5 milioni di anni a 11.700 anni). L‘animale però non è estinto: esemplari viventi sono stati ritrovati a Naples Point, nella baia di Santa Barbara negli Stati Uniti.

Identificazione a lungo termine

È stato nel 2018 che Jeff Goddard, specialista in bivalvi dell’Università della California, ha notato per la prima volta la presenza di questa conchiglia nelle acque della baia, che esplora regolarmente da anni. 

Goddard dopo una serie di immersioni è  riuscito a fotografare alcuni esemplari ed inviare le foto a Paul Valentich-Scott del Museo di Storia Naturale di Santa Barbara, esperto in malacologia.

Quest’ultimo ha confermato che il mollusco era piuttosto insolito. Ma per saperne di più, aveva bisogno di un campione. Dopo diverse immersioni i due ricercatori sono riusciti a recuperare 3 campioni.

A–C Cymatioa cooki , guscio di valva sinistra raccolto a Naples Point,, lunghezza 8,8 mm 
A esterno della valva B interno della valva C primo piano del cardine  D–F Cymatioa electilis , valvasinistra  D, E olotipo, lunghezza = 16 mm  D esterno della valva E interno della valva

Dopo averli analizzati in laboratorio i due scienziati hanno scoperto che il bivalve aveva una certa somiglianza con una specie descritta dal tassonomo George Willett nel 1937 e originariamente chiamata Bornia cooki .

Bornia cooki era stata studiata da reperti fossili trovati nel quartiere di dalle Baldwin Hills, Los Angeles. 

Ma George Willett non ha mai visto un esemplare vivo. Per essere certi che i due bivalvi appartenessero alla stessa specie, gli scienziati hanno recuperato l’olotipo (l’esemplare che funge da riferimento), conservato al Natural History Museum di Los Angeles. Dai confronti effettuati, si è scoperto che questo era effettivamente il caso e che la conchiglia ora chiamata  Cymatioa cooki è davvero una specie vivente e non estinta 

Secondo gli autori dello studio pubblicato sulla rivista ZooKeys, il mollusco è riuscito a sfuggire al rilevamento perché probabilmente vive sotto le rocce inaccessibili delle coste dell’area di Los Angeles ed è arrivato solo di recente più a nord intorno a Santa Barbara.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Pinterest
Email
Tags :

Lascia un commento

Ultimi articoli
Le schede degli organismi marini