Home EVENTI TRIVELLE NELLA VALLE DEL MEZZANO

TRIVELLE NELLA VALLE DEL MEZZANO

234
0
0
(0)

Affronte: “La UE apre lo spiraglio: se ci sono le prove si ferma tutto” Invito cittadini e comitati a collaborare per fermare il Trava 2 Dir”

“Ancora una volta le trivelle sembrano vincere, ma la risposta del Commissario Karmenu Vella alla nostra interrogazione ci lascia aperta una speranza” – dice Marco Affronte, riferendosi al permesso di esplorazione ‘Corte dei Signori‘, nella Valle del Mezzano, ottenuto dall’Aleanna Resources – “Solitamente le trivelle vincono sulla logica e sul buonsenso, soprattutto. Trenta denari, e il permesso è servito. Lo Sblocca Italia ha sbloccato solo le cose peggiori, fra cui le trivellazioni. In questo caso parliamo di TRAVA 2 DIR che ricade in un Sito di Interesse Comunitario. La nostra interrogazione però ha aperto uno spiraglio, in una situazione che la Commissione Europea ha ammesso di non conoscere. Come sempre, Vella ha risposto che l’applicazione delle Direttive Ue spetta allo Stato Membro. Una formulazione standard che conosciamo bene, e che ci sa tanto di Ponzio Pilato. Ma ecco lo spiraglio introdotto da un ‘Spetta alle autorità nazionali valutare caso per caso se un determinato progetto potrebbe avere incidenze negative di rilievo sulle specie e sugli habitat interessati e autorizzarlo dopo aver avuto la certezza che esso non pregiudicherà l’integrità del sito‘, frase che già fa capire quanto sia IMPOSSIBILE avere la CERTEZZA che un progetto invasivo come una trivellazione non abbiamo ripercussioni su un ambiente dall’equilibrio fragile e delicato come quello di cui stiamo parlando. Infatti arriva la frase finale, che apre una speranza di fermare questo progetto pericoloso: ‘In presenza di prove di un’attuazione inadeguata delle disposizioni dell’articolo 6 della direttiva habitat, la Commissione contatterebbe le autorità italiane per verificare la corretta applicazione della legislazione dell’Unione.’ Invito tutti i cittadini interessati e i Comitati che tengono a proteggere le Valli ad adoperarsi per raccogliere la documentazione adeguata. Possiamo fermare questo scempio e abbiamo il dovere di provarci” – conclude l’Europarlamentare M5S.

Qui la risposta del Commissario:

http://www.europarl.europa.eu/sides/getAllAnswers.do?reference=E-2016-002095&language=IT

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Articolo precedenteSqualo balena avvistato e ucciso poco dopo la diffusione delle foto
Articolo successivoPesca sportiva e professionale: convivenza impossibile?
Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui