Surimi, sbastoncini di pesce, surimi di granchio, polpa di granchio
5
(1)

Il surimi non è pesce e nemmeno granchio o almeno non lo è come pensiamo.

Mangiare Surimi non significa mangiare pesce facendo economia.  Ecco cosa è veramente questa pietanza che sa di pesce ma che di pesce ne contiene ben poco e perché costa meno del pesce “vero”.

Il surimi, chiamato volgarmente polpa di granchio o surimi di granchio, è un piatto originario del Sol Levante. I giapponesi lo preparano macinando polpa di merluzzo, più esattamente pollack, cotto in acqua calda ed amalgamato a farine di vario tipo per darne la forma che da il classico aroma di pesce.

Il surimi cosa è ?

Sono dei picoli cilindretti di pesce insaporiti al granchio di colore arancione all’esterno e bianchi all’interno, costituiti da strati arrotolati tra loro è ben diverso da quello giapponese.

Il Surimi non è fatto con il Merluzzo

surimi pesce bastonciniSe la ricetta giapponese del surimi vuole che per la preparazione di questo piatto necessiti il 95% di merluzzo, nel surimi commerciale non si trova più del 25% di pesce. Il resto è costituito da addensanti, farine e fecola di patate e grassi vegetali.

Bastoncini di granchio ? Per niente…

Il pesce utilizzato per il surimi commerciale non è assolutamente merluzzo ma in maggior parte sono suri, sgombri e carpe asiatiche.

Ci si puo’ fidare del surimi ?

Dunque il surimi è un alimento di cui poco fidarsi o nulla. Poche vitamine e tanti sali minerali poco salutari per donne, anziani, bambini e persone ipertese.

come si fa il surimiChe sia sotto forma di chele di granchio oppure presentato come affettato di mare sempre di surimi si parla.
“Le aziende amano questo prodotto perché permette di utilizzare pesci economici conferendo loro l’aspetto di prodotti di qualità come il granchio o altri crostacei, tanto che circa il 2% del pescato mondiale viene trasformato in surimi.”

Il surimi viene confezionato in due step: dapprima il semilavorato a base di pesce comincia il primo processo di lavorazione sulle navi, poi viene congelato e la lavorazione viene terminata negli stabilimenti.

Ed il granchio ? Da cosa è fatto il surimi allora ?

Anche se comunemente chiamati polpa di granchio, il surimi non è fatto con i granchi. Questi bastoncini dai valori nutrizionali piuttosto bassi non contengono ne granchio ne altri crostacei. Come già detto questi bastoncini sono piuttosto scarsi per quanto riguarda i valori nutrizionali. In generale i bastoncini di surimi sono preparati con pesce d’acqua dolce come le carpe o ben che vada con suri, sgombri e pesce che non si riesce a commercializzare (non perché non sia buono ma piuttosto perché non richiesto dal mercato). Il surimi si mangia crudo, o quasi… I bastoncini di surimi sono già stati lessi e quindi non sono crudi. Si possono comunque cuocere se si vogliono preparare in ricette diverse.

La parola alla scienza

come si fa il surimi Un nutrizionista francese, Florence Foucaut, ha passato al setaccio diverse marche di surimi. Per avere un buon prodotto la quantità di pesce deve essere elevata – dice Foucaut.

componenti alimentari del surimi

Dunque guardate gli ingredienti ed osservate bene la quantità di esaltatori di sapidità e di additivi. Cercate di acquistare il prodotto che ne contenga di meno. A questo punto e’ naturale dire che le marche più conosciute sono le più affidabili dato che nei prodotti  la presenza di proteine animali e’ maggiore. E, naturalmente anche piu’ costose.

valori nutrizionali surimi

 

 

 

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Articolo precedenteUSA: popolazione di sardine al collasso
Articolo successivoMOBY-DUCK: LA VERA STORIA DELLE 28000 PAPERELLE IN BALIA DEL PACIFICO
Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui