Il Giornale dei MARINAI News FAROE: l’isola della vergogna

FAROE: l’isola della vergogna


0
(0)

Le immagini Shock

Per gli abitanti delle isole Faroe è una tradizione. Uomini, donne bambini, e anziani crescono con questa cultura. Ogni anno sono migliaia i globicefali uccisi

Dal tempo dei primi insediamenti norvegesi sull’isola (1500/1600 d.c.) al fine di alimentare la popolazione la pesca dei globicefali è stata fonte di sostentamento per gli abitanti dato che l’agricoltura e l’allevamento erano limitate dal clima difficile.

Nel 1928 il Dipartimento di Medicina e Sanità pubblica delle isole Faroe dichiara che il consumo di globicefalo è l’unica fonte di proteine animali per tutto l’arcipelago.

La  Sea Shepherd Conservation Society ha messo in discussione la legittimità della caccia dei globicefali. .Purtroppo alle isole  Faroe non esiste nessun trattato di protezione su questi animali.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Cosa ne pensi ? Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Al via la nuova campagna di comunicazione istituzionale “Guardia Costiera: la tua sicurezza in mare. Numero per le emergenze 1530”Al via la nuova campagna di comunicazione istituzionale “Guardia Costiera: la tua sicurezza in mare. Numero per le emergenze 1530”

4.7 (3)  Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, attraverso il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, ha tra le proprie competenze la salvaguardia della vita umana