Stock ittici
Stock ittici quantificati con studi sull'acqua del mare


Gli stock ittici adesso possono essere quantificati in base a studi dell’acqua di mare.

Studiando la quantità di DNA presente il ricercatore della Kobe University Graduate School of Human Development and Environment, Yamamoto Satoshi, ha dimostrato come quantificare la distribuzione delle specie ittiche in mare. Uno studio che a lungo termine potrebbe avere effetti interessanti sullo studio del monitoraggio. E’ stata la rivista scientifica PLoS One a pubblicare la scoperta alcuni giorni fa.

Niente più catture per i monitoraggi

Sino ad oggi i monitoraggi delle specie avvenivano studiando le catture e le redditività degli attrezzi da pesca metodi di indagine piuttosto severi ma che hanno permesso sino ad oggi di capire in che direzione vanno gli stock ittici. Questo studio potrebbe trovare una nuova via di monitoraggio diminuendo le campagne di pesca di enti scientifici.

journal.pone_.0149786.g001 Stock ittici quantificati con studi sull'acqua del mareLa ricerca è cominciata nel giugno del 2014. I ricercatori hanno raccolto campioni da 1 litro di acqua sia superficiale che profonda da 47 spot differenti della Baia di Maizuru. In particolare e’ stata stimata la concentrazione di Edna di una specie di sugherelli. In parallelo grazie ad attrezzature fish finder sono state effettuate le stesse misurazioni e con stupore dei ricercatori i valori ottenuti erano estremamente simili, soprattutto nella fascia tra i 10 ed i 150 metri. Un metodo semplice che puo’ essere utilizzato sia su larga scala che in brevi periodi di tempo, oltre ad essere poco invasivo e soprattutto poco costoso.

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui