Lo squalo salmone: calma e sangue…”caldo”

Il Giornale dei MARINAI Organismi mariniLo squalo salmone: calma e sangue…”caldo”
1
(1)

Lo squalo salmone  riesce ad elevare la propria temperatura corporea anche di oltre 10°C rispetto a quella dell’acqua.

Se è vero che l’unico pesce a sangue scoperto sino ad oggi è l’Opah è anche vero che esistono diverse specie che possono aumentare la temperatura corporea interna sino a superare la temperatura dell’ambiente in cui vivono. Un processo conosciuto da tempo, quello dell’endotermia, ma che ancora non aveva trovato risposta al perchè.

Un nuovo studio pubblicato dalla National Academy of Sciences degli Stati Uniti d’America, dimostra che pesci endotermici come tonni e squali bianchi, nuotano due volte e mezzo più veloce rispetto a pesci di stesse dimensioni a sangue freddo.

Un team internazionale di ricercatori ha condotto lo studio collegando diversi sensori sugli squali salmone( Lamna ditropis) e ha confrontato le informazioni precedentemente ottenute da altri pesci a sangue freddo. I risultati hanno stabilito che i pesci endotermici  sono in grado di nuotare più velocemente di quanto facciano pesci ectotermi (a sangue freddo) di dimensioni simili di dimensioni simili ectotermi.

Nuotare per alzare la temperatura corporea

Essere agili in acque fredde, risulta possibile solo mantenendo una temperatura corporea maggiore dell’acqua circostante, e lo squalo salmone non dispone ne della pelliccia degli orsi, ne delle riserve di grasso dei grandi cetacei. Ma lo squalo salmone dispone della rete mirabile, un insieme di arterie e vene che si trovano vicinissime le une alle altre, in grado di scambiarsi calore, attraverso le pareti dei vasi. In questo modo, si attua un gradiente di temperatura tra i flussi sanguigni arteriosi e venosi controcorrente, che consente allo squalo salmone di mantenere una temperatura corporea superiore anche di 10 °C a quella dell’ambiente circostante.

Lo squalo salmone
Il metabolismo dello squalo salmone dunque, è tale da richiedere cibo regolarmente e in abbondanza, e proprio nella stagione calda, quando le prede abbondano, esso da il meglio di se. Come detto, un gran numero di esemplari si radunano presso le foci e gli estuari. I grandi gruppi tuttavia, non sembrano affatto organizzati, anzi ognuno agisce autonomamente; essi si adagiano sin quasi sul fondo, un po’ come fanno gli squali bianchi e, individuata la preda, non la perdono più di vista e dopo poco tempo, sferrano l’attacco verticalmente, dal basso verso la superficie, compiendo dei balzi spettacolari.
Dopo le orche, gli squali sono i predatori più grandi delle acque della costa ovest del nord America; i maschi possono raggiungere i 3 metri di lunghezza, le femmine dimensioni anche maggiori. Le dimensioni, la possanza e le caratteristiche predatorie, fanno si che lo squalo salmone possa essere pericoloso per l’uomo, anche se gli incontri sono rari, dal momento che la temperatura media della zona ove la specie è maggiormente presente è decisamente bassa, abbastanza da scoraggiare un bagno.

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio 1 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Miglioreremo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Categories:
Web Editor : Marcello Guadagnino, biologo marino ed esperto di pesca professionale. Autore del Giornale dei Marinai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Lampedusa. affonda barcone, 125 migranti salvati dalla Guardia Costiera
3 (2) Lampedusa 09.09.2021 – Questa mattina, alle prime luci dell’alba, 125 migranti sono stati
Concorso fotografico “Aliens in the sea” : progetto citizen partecipativo per la sensibilizzazione delle invasioni biologiche.
5 (1) Favorire forme innovative di ‘Citizen Science’ per accrescere la partecipazione dei cittadini. E’ questo
granchio zombie Sacculina carcini : il parassita che zombifica i granchi verdi
4 (4) Sacculina carcini è un piccolo crostaceo parassita del granchio verde Carcinus maenas e
Pesce in scatola: tutti i benefici delle conserve di pesce!
3.4 (8) Con un’economia che gira sempre più rapidamente oggi si puo’ trasportare il pesce
Barracuda-luccio-di-mare La differenza tra barracuda e luccio di mare
5 (4) Un tempo in Mediterraneo era presente solamente il luccio di mare (Sphyraena sphyraena),
Gli attrezzi da pesca del Mediterraneo
5 (1) Pesca industriale o artigianale, piccola pesca costiera oppure i grandi strascichi ? Quali
Il gamberetto di scogliera Il gamberetto di scogliera – Gen. Palaemon
4 (1) In Mediterraneo esistono diverse specie appartenenti al genere Palaemon, tutti soprannominati gamberetti di
Torpedine La Torpedine -Torpedo marmorata
5 (2) L’areale della Torpedine varia dal Mare del Nord dove è raro, al Golfo
Fotosub e ricerca : competizioni per lo studio della biodiversità ittica
5 (3) La biodiversità delle nostre coste presenta una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di
vacanze in barca a vela Vacanze in barca a vela : i 10 vantaggi
4.3 (7) Per molti la vela è più di una passione. È infatti un esercizio per il
GUARDIA COSTIERA: I RISULTATI DELL’OPERAZIONE COMPLESSA «NO DRIFTNETS» CONTRO LA PESCA ILLEGALE
3.9 (19) Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno
Datterari arrestati, l’Amp Punta Campanella:”Grande operazione, noi parte civile”
4.8 (5) Blitz nella notte da parte degli uomini della Guardia Costiera coordinati dalla Procura
Pesca sostenibile Pesca sostenibile : taglie minime e specie protette
4.5 (2) Questa guida presenta le principali specie ittiche catturate sulla costa italiana e gli
pennatula La pennatula rossa – Pennatula rubra
5 (1) La pennatula rossa è un antozoo a forma di alberello delle dimensione massime
Le Mangrovie
3.8 (4) Gli ecosistemi a Mangrovie sono sicuramente tra gli ecosistemi più produttivi del pianeta.
vermocane Quali sono gli animali più velenosi del Mediterraneo?
4.5 (11) In Mar Mediterraneo sono presenti almeno una cinquantina di animali velenosi . Tutti sono
pyrosoma Pyrosoma, il gigante gli oceani
3.7 (3) Nonostante le apparenze, il pyrosoma non è in realtà un gigantesco verme marino
nomi oceani CHI HA SCELTO IL NOME DEGLI OCEANI?
5 (1) Vi siete mai chiesti qual è l’origine del nome degli oceani? Come è stato possibile
Inquinamento: trote selvatiche dipendenti dalla metanfetamina
4 (1) Animali che si drogano (o che lo fanno non consapevolmente) Uno studio condotto
mal di mare Naupatia o mal di mare : cosa fare e come prevenire
5 (3) Classificato tra le cinetosi (malessere che si presenta durante un viaggio), il mal