BAMBINI SENTINELLE JUNIOR DELL’AMBIENTE DELLE ISOLE

Dopo il successo riscosso lo scorso anno, anche quest’anno l’associazione ambientalista Marevivo ha scelto di coinvolgere le nuove generazioni in un percorso di crescita e di educazione ambientale, con il progetto “Delfini guardiani delle Eolie e delle Egadi”. Tanti i bambini coinvolti che, dopo un percorso fatto di incontri con biologi ed esperti della salvaguardia del mare e dell’ambiente vegetale e animale che li circonda, avranno le competenze necessarie per diventare a tutti gli effetti “sentinelle junior” delle isole minori in cui vivono.

Dopo Lipari, Salina, Vulcano, Stromboli, Panarea, Alicudi, Filicudi, il progetto ha coinvolto in questi ultimi giorni i bambini delle scuole primarie di Favignana e Marettimo. Realizzati anche dei gemellaggi tra i piccoli di realtà diverse, come tra Stromboli e Panarea e tra Alicudi e Filucudi “per condividere emozioni ed esperienze” spiegano gli organizzatori, Marevivo e Msc Crociere.
Tante le attività realizzate, come l’ascoltato dei racconti del maestro d’ascia Andrea Tesoriero su come si costruisce una barca in legno utilizzando attrezzi tipici e assi di legno, a Panarea. Oppure una lezione pratica sulla biodiversità e sulla salute dei delfini e delle tartarughe ad Alicudi.

Più di sessanta i bambini coinvolti nell’attività “Scopriamo il mare”, per avvicinarsi alla conoscenza dell’ambiente marino attraverso l’osservazione ed il riconoscimento del materiale spiaggiato.

E poi ancora la visita al sito archeologico dell’età media del bronzo di Portella, dove gli studenti di Salina con la storica dell’arte Marzia Beninati, hanno ripercosso le tappe della storia dell’approvvigionamento idrico dell’isola.

Sotto la guida degli esperti Marevivo e dell’Area Marina Protetta Isole Egadi, i futuri “Delfini Guardiani” saranno impegnati nei prossimi giorni in ricognizioni in spiaggia, impareranno l’importanza della tutela del mare e della pesca sostenibile, andranno a scuola dagli artigiani e scopriranno i segreti racchiusi nelle rocce e nella flora mediterranea.

Il progetto di Marevivo e MSC è realizzato anche grazie al sostegno della Fondazione AIPF “Aeolian Islands Preservation Fund”, di Mari del Sud Resort & Village di Vulcano, della Fondazione Barbaro, di Federalberghi Isole Eolie, di Ustica Lines e di Siremar. L’iniziativa, che coinvolge circa 450 studenti degli arcipelaghi delle Eolie e delle Egadi, gode del patrocinio del Ministero dell’Ambiente, di Federparchi, dei Comuni di Lipari, Leni, Malfa, Santa Marina Salina, Favignana e dell’Area Marina Protetta Isole Egadi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui