Quarto capodoglio morto in Sicilia. Avvistato stavolta nelle acque di Favignana

Nella Giornata Internazionale della Biodiversità, la triste segnalazione di un Capodoglio morto al largo di Favignana.
Un giovane esemplare di capodoglio, di circa 7 metri, in avanzato stato di decomposizione, è stato, infatti, avvistato oggi al largo del Faraglione di Favignana, durante lo svolgimento di attività di monitoraggio in mare.
E’ il quarto giovane capodoglio trovato morto nelle acque siciliane. Gli altri esemplari sono stati rinvenuti spiaggiati lungo la costa nord della Sicilia, a Cefalù, vicino Palermo, e a Capo Calavà. Ignote le cause del decesso ma, trattandosi tutti di individui giovani, è verosimile pensare a cause non naturali, come nel caso dell’esemplare spiaggiatosi vicino a Cefalù, nel quale sono stati trovati 10 kg di plastica nello stomaco.
Siamo parte dell’ecosistema, piccoli nostri gesti quotidiani possono cambiare le cose. Facciamolo per il mare, facciamolo per Noi.

Fonte: Area marina protetta delle Isole Egadi

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *