Domenica scorsa si e’ conclusa la 2 giorni organizzata dal comune di Sorrento e dall’Area Marina Protetta Punta Campanella. Dopo Marina Grande, ripulito anche il sito archeologico al Capo di Sorrento.

Ripulita ancora una volta l’area archeologica della “Regina Giovanna” al Capo di Sorrento. Si e’ cosi’ conclusa la due giorni per l’ambiente promossa dall’Assessorato all’ambiente del Comune di Sorrento e dall’Area Marina Protetta Punta Campanella che sabato avevano rimosso 6 tonnellate di rifiuti dai fondali di Marina Grande a Sorrento. L’ appuntamento di domenica scorsa ha visto la partecipazione di diversi volontari che hanno lavorato duramente per raccogliere e differenziare oltre 20 grandi buste di rifiuti in alcune zone della Regina Giovanna e della scogliera della Solara. Al termine delle operazioni di pulizia si è svolta un’interessante lezione storico – archeologica- tenuta da Lia Trapani e Teresa Laudonia- sulla storia della Villa Romana del Capo di Sorrento.
“Questa iniziativa – dichiara il Consigliere Comunale Luigi Di Prisco – conclude al meglio una due giorni all’insegna di ambiente, cultura e legalità e pone le basi per delle nuove  attività  che saranno realizzate nei prossimi mesi in favore dell’ecologia e del rispetto ambientale”.
Per il Presidente e il direttore del Parco Marino di Punta Campanella, Michele Giustiniani e Antonino Miccio ” il sito archeologico della Regina Giovanna ha un grande valore sia storico che ambientale e va tutelato al meglio, anche con azioni di informazione e sensibilizzazione come quelle di domenica scorsa

Replica

Please enter your comment!
Please enter your name here