polpo, gabbiano


Chi cattura chi? Due fotosequenze a confronto della lotta tra un polpo ed un gabbiano.

Sono tutte foto amatoriali, scattate per caso lungo la costa da gente comune rimasta sbalordita da entrambi gli eventi. Le foto sono già state pubblicate tempo fa in luoghi e tempi diversi. Nel primo caso un polpo viene catturato da un gabbiano in pochi centimetri d’acqua. Il povero polpo si trovava su di uno scoglio ed è stato avvistato da un gabbiano in volo. Si sa che i gabbiani sono voraci predatori, tra le loro prede non mancano pesci di vario genere ma anche ratti e piccoli mammiferi.

Invece è più raro da osservare il caso inverso, dove un grosso polpo riesce a vincere la lotta con un gabbiano più grande e portarlo con se sul fondo per poi nutrirsene. La scena è raccapricciante. Un gabbiano si poggia sull’acqua per riposarsi quando dalla superficie spunta un grosso tentacolo che avvolge l’uccello in un “abbraccio” mortale. La lotta dura qualche minuto ma il polpo riesce ad aggrapparsi da una parte ad una roccia e riuscire a portare con se il gabbiano prima soffocandolo e poi portarlo nella sua tana dove diventerà il suo pasto.

Predatore-Vs-predatore-940x500 Predatore Vs predatore. Due fotosequenze a confrontoLe due scene rappresentano un interazione tra due predatori opportunisti.  Allora il tutto si rifà alle dimensioni. In caso di opportunità meglio cercare di sfruttarla e rischiare e godersi un meritato pasto oppure meglio tenersi alla larga? Bhè, sembra che i due animali in entrambi i casi non hanno avuto paura vincendo i loro attacchi. Dunque, o io mangio te o tu mangi me.


 

Fai clic su una stella per votare il post!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

GRAZIE !!!!! Aiutami a far crescere il blog, condividi l'articolo sui social !

Miglioreremo questo post!

Web Editor : Marcello Guadagnino. Io sono Marcello, sono nato a Palermo ed ho vissuto a Marinella di Selinunte (Tp). Sono stato a contatto di pescatori sia sportivi che professionali che mi hanno dato la spinta dopo le scuole superiori a studiare biologia marina per poi terminare gli studi con un master in gestione della fascia costiera e delle risorse acquatiche nelle Marche. Oggi vivo in Francia a Montpellier dove mi occupo di pesca. Rimango sempre in contatto con la mia Sicilia dove torno spesso in particolare in estate dove mi aspetta la mia barca. Qui a Montpellier pratico tanta pesca sportiva, faccio subacquea, vado in barca e la sera quando si spengono le luci del giorno mi dedico al giornale dei marinai andando alla ricerca di news, articoli, guide per cercare di sensibilizzare il grande pubblico sui temi legati al mare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui